Il prezzo dell’Amore

money_money_money_by_underscore_cosplay-d4fjsf6

Money money money by Gumi on deviantart.com

Il sesso è indubbiamente uno di grandi piaceri della vita, ma tutto ha un costo, e allora affrontando il problema dal punto di vista del bravo contabile o del presentatore di Radio 24 (non di quei due fenomeni del preserale), cosa rispondiamo alla domanda

Qual’è il modo più economico per fare all’amore?

Risposta n. 95.

  1. fare l’amore e basta: senza pensieri né precauzioni; costa poco al momento, ma dopo nove mesi può venire fuori una bella sorpresa, che tra pannolini, latte artificiale, vestitini, peluche, lettino, fasciatoio e poi via via giocattoli, asilo, cellulare, motorino, scuola guida, università può costarti molti molti soldi.  E se un figlio impegna molti soldi, chissà una decina… per cui direi che la soluzione n. 1 non è la più economica
  2. il c.d. coitus interruptus e altri metodi contraccetttivi naturali: non starei scrivendo questo post se funzionassero, perché non sarei mai nato… L’unica differenza rispetto all’opzione 1 è che magari invece di 10 figli vi limitate a 5-6, ma lo vedo comunque un tantino impegnativo
  3. il preservativo: a seconda della marca, il costo per unità del singolo preservativo è di circa 1 euro, 1 euro e 50, ma considerando il bis che magari vi concedete come pure i preservativi che si rompono o che scartate per mille motivi, diciamo che possiamo stimare il costo in 2 euro a rapporto sessuale; non sembra tanto, ma mettetevi nei panni dello studente diciottenne pieno di  voglie sessuali ma con pochi denari nel portafoglio…
  4. la pillola anticoncezionale, forse il metodo più sicuro, una confezione costa circa 20 euro, ipotizzando che una coppia faccia l’amore una media di 4 volte al mese, siamo a 5 euro a botta, che scendono a 2,5 nel caso di 8 rapporti/mese, che vuol dire circa 2 a settimana e non sono pochi superati i primi momenti di passione, ergo la pillola costa sempre di più del preservativo
  5. la castità, se siete bigotti ve l’ha detto Dio di sottoporvi alla sporca pratica sessuale solo il minimo indispensabile per un bene superiore, quello di procreare, ma siccome però come metodo anticoncezionale l’astinenza fa pure risparmiare quei due euro a orgasmo, se siete dei tipi che stanno mezzora a cercare parcheggio gratis pure di risparmiare un euro, che fuori con gli amici al bar non potere offrire perchè avete solo 50 euro e che persino mettere la moneta nel carrello del supermarket vi mette ansia, fare poco o niente l’amore è la soluzione per voi!
Annunci

In ricchezza e povertà

La ricchezza rende felici?  Nel dubbio, possiamo sicuramente affermare senza tema di smentita che la povertà rende infelici.

Oggi ricorre la giornata internazionale della lotta per lo sradicamento della povertà.  Eliminare la povertà dal mondo è un obiettivo probabilmente impossibile da raggiungere, ma le star internazionali della musica possono lasciare i loro villoni a Beverly Hills e fare qualche bel concerto, i fighetti del Rotary possono fare un festino e sentirsi pure altruisti, e naturalmente c”è sempre spazio per chi ha voglia di fare incontri, conferenze, dibattiti, convegni, seminari senza chiedersi se invece di tanto bla bla bla non sarebbe meglio fare qualcosa di concreto.

E’ più semplice provare a eliminare la povertà dalla nostra vita privata.

Ma qual’è il livello di benessere che basta per essere felici? L’importante, fondamentalmente, è non avere preoccupazioni, le preoccupazioni economiche sono le più antipatiche, e possono anche mettere in crisi un rapporto di coppia.

Non penso però che sia necessario avere tanti tanti soldi.   Certo, il denaro può aiutare a fare le cose che ci rendono felici, ma averne tanto non dovrebbe essere la condizione imprescindibile della nostra felicità.

Bisognerebbe averne abbastanza, abbastanza per non essere in ansia quando c’è il mutuo da pagare, per andare in vacanza senza patemi, per comprare il televisore nuovo quando avete voglia, per non svenire quando il dentista vi fa il preventivo.

Una volta, un mio amico che studiava filosofia disse una frase che dal mio punto di vista sintetizzava bene la questione:

l’importante è avere abbastanza soldi per potere tranquillamente uscire e prendere una pizza e una bibita con la propria ragazza

Tranquillamente.   Ecco, questo è quello che basta, tutto il resto è in più (e ben venga, naturalmente!).