La fine dell’amore e Kafka sulla spiaggia (ep. 24)

kafka-shore

La giornata di oggi è dedicata a Tamura Kafka, il protagonista del romanzo Kafka sulla Spiaggia (Umibe no Kafuka) dello scrittore giapponese Murakami Haruki, autore di questo come di altri capolavori, come La fine del mondo e il paese delle meraviglie, L’uccello che girava le chiavi del mondo o After Dark, secondo me uno dei migliori scrittori contemporanei.

Oggi farò un viaggio in treno verso sud, come il protagonista del libro, avrò con me anch’io una borsa leggera, magari incontrerò una misteriosa signora Saeki, sicuramente finirò in un posto sperduto tra le colline.  Anche se molto molto meno affascinante della biblioteca dove trova riparo Kafka.

Anch’io in un certo senso cerco rifugio da qualcosa, anch’io devo ritrovare qualcosa che ho perso.

Anche se non sono questi i motivi del mio ennesimo viaggio.

Annunci

Wandarando

Significa “Paese delle meraviglie” in giapponese, lingua che ingloba e nipponizza i termini stranieri (in questo caso wonder).  Una cultura assimilatrice, insomma.

L’ho scoperto leggendo un capolavoro di Haruki Murakami, “La Fine del Mondo e il Paese delle Meraviglie”, che in giapponese appunto si intitola “Sekai no Owari to Hado-Boirudo Wandarando”.

Hado-boirudo, tra l’altro, vuol dire “hard-boiled”…

Un Paese delle Meraviglie hard boiled… Se non avessi letto il libro avrei pensato che parlasse dell’Italia.