Scientificamente dimostrato

photo of women wearing masks

Photo by bruce mars on Pexels.com

Questo blog ormai ha più di dieci anni di vita, e dopo tanto tempo on line posso congratularmi con tutta la redazione del blog, cioé con me stesso, dei risultati che mi comunica wordpress.

più di 300.000 visitatori (oggi sono 310.182)

più di 500.000 visite (oggi 511.944)

e questo grazie alla bellezza di 612 articoli (mamma mia quanto ho scritto in tutto questo tempo) alcuni dei quali hanno totalizzato numeri notevoli, a partire dall’inverosimile notizia sui vampiri realmente esistenti in Russia che ha totalizzato quasi 75 mila letture, e di cui (incredibilmente) molti non hanno colto l’evidente natura ironica e satirica, fino all’articolo meno letto di tutti (solo 32 visite), che in effetti è così banale e noioso che neanche lo linko.

Vabbè, amici, ora vado a festeggiare con un buon caffé freddo e due after eight, ma prima, come si fa quando si riceve un bel premio…

ringrazio mia figlia piccola, che ha deciso di mettersi a letto da sola e addormentarsi dandomi il tempo per scrivere il post

ringrazio mia figlia grande, che invece sta mettendo in scena una storia improbabile con Sissi, due cavalieri medioevali, un draghetto azzurro, una balena e un camion dell’ambulanza (still more realistic than Regal Academy)

ringrazio la mia Bellaccina,  che ora sta facendo il turno festivo (ma la amo anche per il lavoro e i sacrifici che fa)

ringrazio Ted, Eliazir, Boemondo e tutti gli altri amici immaginari per l’aiuto dato in questi anni

ringrazio Walter WordPress per l’ospitalità

ringrazio i miei genitori per essersi dimenticati di togliere i romanzi soft porno dalla libreria quando ero adolescente (e non c’era internet…)

e soprattutto ringrazio i miei più fedeli lettori e amici di blog…

 

La foto c’entra poco con il contenuto del post, non è così che sto festeggiando, ma è il classico esempio di una buona scorciatoia per accallapiare lettori 😉

 

 

 

Annunci

Acqua sotto i ponti

acqua e papere

Sei anni e 500 post fa la mia vita era completamente diversa. Delle due persone con cui vivo adesso, una non la conoscevo ancora e l’altra non era neanche nata, la mia casa era un’altra e anche il posto dove lavoravo.

Sono passati sei anni, un periodo che nell’arco di una vita intera può sembrare relativamente breve, ma in questo lasso di tempo la mia intera esistenza è cambiata, e da pochi mesi la persona  che ho al mio fianco (e spero per tutta la vita) mi ha anche regalato la gioia di essere papà e da due siamo diventati tre (otto contando i gatti).

Sei anni fa (più o meno), in un’altra vita, inauguravo quasi sovrapensiero questo blog, che ha raccolto un numero tanto incredibile di stupidaggini e deliri, ed è curioso che il sesto compleanno del blog ha coinciso con la pubblicazione del cinquecentesimo post, che -sia detto per debito di chiarezza- non è questo ma quello precedente.

E’ scientificamente dimostrato ha cambiato più volte aspetto, quasi come un mutaforma rettiliano, da blog di riserva praticamente inutilizzato, a diario di una delusione sentimentale, da presa in giro del celebrazionismo delle giornate mondiali, fino all’esperimento (ancora in corso) di dare Risposte a tutti i dubbi del mondo, lasciando sempre spazio alle notizie ASMA dalla Russia, le notizie curiose, non sempre attendibili, che però hanno attirato migliaia di lettori interessati agli gnomi della foresta di Komi, ai vampiri di Supirgrad o alla lapide aliena di Lesosibirsk, navigatori approdati per caso su queste sponde, ma che mi hanno permesso di superare (addirittura!) quota 127 mila lettori.

Ma soprattutto, è un blog che dura e continua nel tempo, nato quando facebook da noi non lo conosceva nessuno ma ancora attivo, e nel mondo così caduco del web (quanti blog nati nel 2008 esistono ancora?) è il mio maggiore orgoglio.