Addio Roma

roma

-10

Mancano  dieci volte.

Ancora dieci viaggi di lavoro a Roma, e poi avrò finito, e se ci tornerò di tornerò sarà da turista.

Non è una previsione logica o ragionata, è una sensazione che ho avuto ieri a bordo del Frecciarossa mentre tornavo a casa al Nord, dopo l’ennesima trasferta a sistemare l’ennesimo mattoncino.  La costruzione sembra a buon punto, può sempre cadere all’ultimo momento, ma voglio essere ottimista.

Tra questa e altre cose ancora da portare a compimento, io dico che bastano dieci volte, dieci viaggi, chissà se sarà vero.

Le trasferte continue a Roma sono iniziate nel 2009, quasi dieci anni fa, un anno di grandi cambiamenti, è stata una fase della mia vita (lavorativa) che sento sta per finire.  Ne terrò conto su questo blog, passo dopo passo, della fine del mio rapporto con la città eterna.

Ieri giorno di pioggia e freddo, una Roma quasi irriconoscibile.  Chissà, forse sarà stato per questo, per il clima così nordico che, una volta tanto, non mi ha preso la solita nausea “romana”.

Ottimo pranzo al quartiere Monti, ma senza gricia o cacio e pepe.  Mi sembra giusto così, per iniziare il mio Addio a Roma.

 

Annunci