Fritto e grassi fanno bene

Burger King non ha nulla a che fare con il contenuto di questo articolo

Burger King non ha nulla a che fare con il contenuto di questo articolo

(ASMA) – Volgograd 28 sett. – Fritto e grassi fanno bene alla salute, è questa la stupefacente rivelazione del prof. Ivan Kotomoskij, dietologo dell’università di Volgograd, nella Federazione russa, il quale, al termine di una ricerca sperimentale durata 10 anni ha appurato, contrariamente al credere comune e all’opinione della stragrande maggioranza dei suoi colleghi, che un’alimentazione ricca di grassi e di alimenti fritti ha effetti benefici sui fluidi corporei e sul sistema linfatico-ghiandolare.

Secondo quanto riportato dall’agenzia di stampa russa Notizija il prof. Kotomoskij ha dichiarato che la dimostrazione più evidente degli effetti benefici della dieta ad alto contenuto di grassi sarebbe costituita dai cambiamenti nel fisico medio della popolazione russa dopo la fine dell’Unione Sovietica e il passaggio a uno stile di vita più vicino a quello occidentale con l’arrivo di fast food, hamburgher e patatine fritte.

“Oggi” secondo il prof. Kotomoskij “le ragazze russe sono le più belle del mondo e hanno tutti corpi da modella americana, mentre precedentemente, quando la dieta si basava su verdure e alimenti poveri di grassi, la classica donna russa era una popolana sovrappeso con il fazzoletto in testa.  E questo cambiamento, è la dimostrazione migliore che mangiare un doppio cheeseburger ripieno di salse e accompagnato da patatine e bibite gassate porta al dimagrimento”.

Di fronte alla quasi unanime perplessità del resto della comunità scientifica, che ha tra l’altro contestato al prof. Kotomoskij la circostanza che la sua ricerca sarebbe stata corposamente finanziata dalla catena russa di fastfood Kapitan Gnjamskov e l’assenza di validi dati sperimentali, il dietologo russo ha risposto sostenendo che il “colesterolo” in realtà non esiste ma sarebbe un’invenzione delle potenti lobby degli agricoltori statunitensi.

Annunci

Dieci fresche idee populiste per un popolo di creduloni

Populist_Party_campaign

Di fronte alla possibilità di nuove elezioni, e con i tanti movimenti populisti in gara, c’è carenza di idee fanfarone cui il popolo italiano possa dare ascolto votando come al solito chi la spara più grossa, motivo per cui ho preparato dieci proposte populiste prontamente utilizzabili dal primo che le spara.

1) “Trentamila euro in regalo a ogni italiano” – Un’idea semplice e concreta: invece di togliere sempre, lo Stato regalerà 30.000 euro a testa a ogni italiano, risollevando così l’economia.

2) “Tutti parlamentari” – Basta con costose elezioni “vecchio stile” e privilegi della Ca$ta, cambiamo la Costituzione  e ogni italiano potrà diventare parlamentare per un mese nella vita, eletto con un semplice -ed economico- sorteggio tra chi si propone come deputato o senatore.

3) “Parcheggio libero“- Aboliamo il divieto di sosta e i parcheggi a pagamento, e ognuno finalmente potrà parcheggiare la propria auto dove vuole, e non vivremo più in uno stato di polizia municipale.

4) “Serie A per tutte” – E’ giusto che alcune città italiane abbiano squadre di calcio che giocano nella massima serie, e le altre città devono partecipare ai cosidetti campionati minori?  Meglio un campionato di Serie A a 128 squadre divise in gironi e alla fine finale del Super Bowl che fa pure figo, e se i calciatori si lamentano di giocare troppe partite provino ad andare a lavorare in miniera, allora!

5) “No alle code” – Basta lunghe file in posta o negli uffici pubblici, la legge sul divieto di coda renderà vietato fare la fila nei luoghi pubblici o aperti al pubblico.

6) “Giubileo laico” – Grande amnistia generale per tutti i reati puniti con pene inferiori a 10 anni e remissione di tutti i debiti verso lo Stato e le banche fino a 1 milione di euro.

7) “Legalizzatela” – Legalizzazione del sesso a pagamento come terapia medica nel caso di problemi psicologici come depressione, uranismo, sex-addiction e qualsiasi cosa voglia diagnosticarvi un medico, insomma sul modello marijuana come rimedio medico della California.  Con in più il rimborso dal S.S.N.

8) “Guerra a Zeta-Reticuli” – E’ ora di smetterla che i rettiliani dominino la Terra con il gruppo Bilderbergh, i vaccini, i microchip sottocutanei e le scie chimiche, dichiariamo guerra una volta per tutte al loro cazzo di pianeta inviando una flotta stellare guidata dalla Corazzata giapponese Yamato riadattata a nave spaziale.

9) “Stop immigrazione” – Usciamo dal Trattato di Schengen e anche dal Trattato di Malborghetto del 1830, ripristiniamo tutte le frontiere e i dazi doganali, anche tra le Regioni italiane, così tuteliamo il Made in Italy e pure i prodotti a km zero.

10) “Tivù gratis” – A chi piace pagare il canone RAI?  A chi piace pagare 40 euro al mese per vedere la Schiampions League su Sky che poi trasmette anche quelle serie americane che tua moglie le vede e ci vengono i grilli per la testa?  Tivù gratis per tutti, com’era una volta, nazionalizziamo Sky, Mediaset e La7, aboliamo il canone, e se mancano soldi obblighiamo le stelle della tivù a lavorare con la paga minima sindacale, tanto se si lamentano dov’è che vanno a lavorare, nella Svizzera italiana?