Stile Arte Povera

artemoltopovera

Cosa distingue i mobili “in stile” dalla c.d. “arte povera”?

Risposta n. 70.

Non l’ho ancora capito.

La cosa che ho capito bene è che si tratta di definizioni in cui rientrano mobili che non mi piacciono, e che accomuno nella categoria “mobili grossi in legno scuro“, e per me si tratta di mobili cupi e senza nessun fascino, che ricordano le case delle vecchie zie, quelle con i centrini di pizzo bianco, le pattine e le ceramiche con la barca e i pescatori napoletani sciancati.

La cosa assurda, peraltro, è che pur essendo entrambe categorie di mobili che giudico orrendi, costano un sacco di soldi; anni fa, entrando in un mobilificio medio della grande provincia italiana, trovavi quasi solo mobili di quel tipo, e non c’è da stupirsi allora del successo di Ikea che comunque vende mobili più belli (non che ci voglia molto) a prezzi molto più bassi.

Posso apprezzare un mobile di antiquariato, mi piace l’arredamento etnico, ma -lasciatemelo dire- i mobili in stile o di arte povera proprio non riesco a sopportarli.

E soprattutto non sopporto quel modo di dire, “arte povera”; ma cosa vuol dire “arte povera”?

Mobili “in stile” lo accetto (anche se vorrei sapere che stile è) ma che significa quell’altra definizione?  Dove sta l’arte?  E perché è “povera” (visti  i relativi prezzi)?

In più mi sembra che quel sostantivo sottintenda tutto un insieme di valori opposto al mio, e questo me la fa piacere ancora meno di quanto già non mi piaccia quel tipo di mobili.

Naturalmente, dal mio personalissimo punto di visto.

4 pensieri su “Stile Arte Povera

  1. A me invece l’arte povera piace. Mi piacciono i mobili in legno massiccio senza troppi fronzoli (per quello è arte povera). I mobili Ikea possono andar bene per qualche ripostiglio ma devo dire che mediamente valgono quello che costano (e non prendermi per snob ;-))
    Per me la casa ideale dovrebbe essere tutta pietra grezza e legno, tanto legno😉

    • vabbè, ma allora perché sarebbe “arte”? 🙂 anche a me piacciono i mobili in legno, anche in questo momento ti sto scrivendo su una scrivani di legno massiccio, però è quel particolare stile che non sopporto proprio !

      • nota a margine (e molto off topic) su questo tema io e Giulio la pensiamo in maniera opposta, e ci confrontiamo tranquillamente, la gente non potrebbe fare lo stesso anche quando si parla di politica , visto che in fondo le posizioni non sono certo come quelle di 30 anni, e non c’è nessuno che vuole la rivoluzione o la dittatura??

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...