I migliori e i peggiori film del 2013 – 1^ Parte

jim-carey

Grazie ai contatti con il mondo del cinema, il vostro amato blogger Fra’ Puccino è in grado di svelarvi titoli e trama dei film più interessanti in uscita quest’anno.

E non si può escludere, visti i tanti prodotti interessanti dell’industria cinematografica nazionale, che questo sia finalmente l’anno del ritorno dell’Oscar nel Belpaese in Italia.

1) Fletch ancora un colpo da prima pagina – Jim Carrey regista e protagonista, nel ruolo che fu di Chevy Chase, nel sequel/remake dell’agrodolce successo degli anni ’80; un tributo al grande Chevy Chase, cui Carrey riserva anche un cameo facendogli interpretare l’ex vicepresidente americano Dick Cheney.

2) Tutti i rumori del rubinetto – dopo il film tv Tutti i rumori del mondo e il semisconosciuto capolavoro di Federico Brugia Tutti i rumori del mare, ecco l’opera prima di Pier Luigi Soldini, il fratello minore dei più noti Silvio e Giovanni, un film commovente tutto ambientato nei 40 mq del monolocale in cui Zbetara, immigrata di nazionalità sarpana, dialoga con il rubinetto che sgocciola e con cui crede di parlare come non riesce a fare con il marito assente.  Con una strepitosa Marya Aljetovic.

3) Il Satiro -Sabina Guzzanti dirige sé stessa e Nanni Moretti in un film alla cui sceneggiatura ha collaborato Marco Travaglio, un film denuncia preceduto dalle polemiche con la distribuzione che ne ha impedito l’uscita nelle sale prima delle elezioni politiche; per chi vuole assaporare gli ultimi brividi dell’antiberlusconismo prima che Berlusconi esca per sempre dalle scene, con una riproduzione quasi felliniana della Villa di Arcore.

4)  The huntresses  – Kate Beckinsale e Milla Jovovich insieme, e tutte e due vestite di lattice e armate di pistoloni come (rispettivamente) nei film della serie Underworld e Resident evil, in un film diretto dal maestro dei film d’azione John Woo dalla solita trama semplicistica (demoni zomboid-vampireschi infestano l’America e solo le due cacciatrici potranno salvare l’umanità, spari, salti impossibili, esplosioni, bomba che sta per scoppiare all’ultimo momento, mostri, molte sparatorie, sangue, esagerazione di scene al rallenty).

5) – C’era una volta l’Italia – Il regista di fiction Riccardo Vallini in un film che punta alto, la storia di due famiglie meridionali dalla Puglia degli anni ’50 alla periferia milanese degli anni ’80, con Riccardo Scamarcio e Stefano Accorsi che si combattono per l’amore di una bellissima Cristina Capotondi (forse nel ruolo più maturo e riuscito della sua carriera). Una storia che sembra un po’ Jules e Jim di Truffaut con contorno di burrata, ma che rappresenta quel classico ritratto un po’ pittoresco dell’Italia che tanto piace all’Academy.

5 pensieri su “I migliori e i peggiori film del 2013 – 1^ Parte

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...