Diecimila Lire

Due uomini si incontrano sul posto di lavoro.

“Ti ho visto prima, da Peppe’s”

“Ci vai anche tu?”

“E che scherzi?  Panino, bibita e caffè diecimila lire…”

“Diecimila lire, ma ti rendi conto?  Ci fosse ancora l’euro…”

“Dieci euro minimo”

“Minimo.  Che vuol dire trentamila lire in pratica”

“Ah guarda, con la lire stiamo molto meglio

“E pure senza quegli sbruffoni di tedeschi e francesi, che vadano a fanculo loro, l’euro e la loro unione del nord”

“Che poi adesso sì che l’Italia conta, nella comunità mediterranea siamo la seconda economia dopo la Turchia, e poi finalmente stiamo tra stati che condividono la nostra stessa cultura

“Lo dici a me?  Mio figlio sono cinque anni che lavora a Londra, ci sono i finocchi che girano mano nella mano, le donne seminude, la droga libera, ma ti rendi conto?”

“Perfettamente d’accordo.  Che vadano per conto loro, loro e i veneti che sono voluti andare da loro, ma lo sai che ho letto sull’ipad che ci sono tanti industrie venete che spostano gli stabilimenti in Emilia Romagna o perfino in Puglia, perchè il lavoro costa meno?”

“Ecco, saranno contenti loro, che poi lo sanno tutti che i tedeschi li hanno voluti solo per farsi le vacanze sul lago di Garda e a Jesolo”

“Eccerto!”

“Vaffanculo all’unione europea!”

“Sicuro; che poi sono pieni di immigrati, un po’ com’era una volta da noi”

“Io gli immigrati proprio non li sopporto, guarda; e infatti, anche se i soliti intellettuali ci parlano male, alle prossime elezioni voto per I Bravi Italiani”

“Loro sì che gliela cantano bene”

“E la Bibbia come base delle leggi non è forse giusta?”

“Mah, non so… in realtà poi io ero berlusconista di sinistra, sai avevo votato per Italia Noi

“Eh, ma lo ricordi che hanno fatto un governo con quei comunisti di Alleanza Insieme?  Sono mezzi comunisti, quelli, pure io sono berlusconista, ma di destra, che il vero berlusconismo è quello lì”

“Eh, se solo andassero più d’accordo tra di loro, in fondo sono tutti gli eredi del più grande statista che l’Italia abbia avuto, no?”

Due  sconosciuti si avvicinano, sembrano stranieri del nord, e i due uomini del nostro dialogo si alzano, e gli corrono incontro con i loro arnesi da lavoro

Hallo monsieur, monsieur!”

“Schupuzzer, schupuzzer, lustrascarpe monsieur!

3 pensieri su “Diecimila Lire

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...