Non è la Fine del Mondo

Mi sono perso la Fine del Mondo.  Secondo il predicatore americano Harold Camping l’inizio del giudizio universale era fissato per la settimana scorsa, sabato 21 maggio, ovvero (secondo i suoi calcoli) settemila anni dopo il diluvio (…).

La cosa buffa della previsione di Mr. Camping (che aveva già predetto il giudizio universale  per il 1994) è che aveva fissato anche un orario, le sei del pomeriggio (ora della costa Est degli Stati Uniti), ovvero la mezzanotte in Italia.

Naturalmente, come per la bufala del terremoto romano dell’11 maggio, nulla è successo, anche questo profeta di sventura (è proprio il caso di dirlo) ha fatto un buco nell’acqua.  Nessun terremoto devastante, e soprattutto nessuna ascesa diretta al Paradiso per il 3% della popolazione mondiale che secondo il reverendo Camping si sarebbe salvata con chiamata dirett (la famosa rapture).

Per il momento, il buon Camping ha rinviato la la Fine del Mondo in seconda convocazione al 21 ottobre, dopodiché andiamo direttamente al 2012.

Tanto c’è sempre qualcuno che ci crede.

Nel frattempo, la navicella de La Nave de Los Monstruos si è posata sopra la residenza del reverendo Camping, e con il suo raggio traente lo ha prelevato a portato a bordo, spiegandogli con sua somma delusione che non si trattava dell’ambita rapture ma del riconoscimento per averla sparata tanto grossa.

La Nave de Los Montruos, Diario del Capitano, data astrale Settimo Giorno Dopo la Fine del Mondo.

6 pensieri su “Non è la Fine del Mondo

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...