Buoni motivi per essere italiani

Ci siamo arrivati.  Alla mezzanotte abbiamo stappato le bottiglie di spumante, e abbiamo finalmente brindato al centocinquantesimo anniversario della proclamazione dell’allora Regno Italia; il Veneto sarebbe diventato italiano cinque anni dopo, Roma dieci, e la mia città sessant’anni e una guerra mondiale dopo, ma dal 1961 il Mondo, volente o nolente, ebbe a che fare con l’Italia unita.

Questo però non è un post celebrativo, non è lo stile di questo blog, il che direi che è scientificamente dimostrato.

Preferisco piuttosto provare a fare una lista dei motivi per  cui sono contento di essere italiano (ce ne sarebbero pure molti per cui non ne sono contento, ma oggi è il giorno del Tricolòr):

la pizza

gli occhi delle ragazze

Leonardo da Vinci

il caffé

la Vespa

i gatti per le strade e in mezzo ai monumenti

la lingua italiana

Venezia, Firenze e Roma (in questo ordine)

la pasta

la pasta alla carbonara

la Resistenza

Madonna, Lady Gaga, Martin Scorsese, Robert De Niro, Al Pacino, Bruce Springsteen, John Travolta,  Quentin Tarantino, Sofia e Francis Ford Coppola e tutti gli altri italoamericani che sono diventati famosi solo perché i loro nonni se ne sono andati.

Purtroppo sono caduto anch’io nel solito luogo comune sulla gastronomia, visto che tante delle cose per cui sono lieto di essere italiano hanno a che fare con il bere e il mangiare, ma d’altronde qualcosa di vero in questo luogo comune ci sarà. In ogni caso, se qualcuno ha qualche idea da aggiungere alla lista… fatevi avanti!

Nel frattempo, sempre all’insegna degli stereotipi, voglio dedicare al nostro Paese questa simpatica canzone nel classico stile un po’ infantile della cultura  del Giappone, che spero davvero torni a sorridere in quel tripudio di colori e kitsch che ci fa tanto amare quel Paese in questi giorni tanto martoriato, e che riprende un po’ dei classici stereotipi sull’Italia di chi ci conosce poco.

Annunci

19 pensieri su “Buoni motivi per essere italiani

  1. Bruce Springsteen italoamericano????? Non lo sapevo!!!
    Comunque, gnè gnè gnè, io sono italiana da prima di voi (dalla Sicilia con furore)!!!
    A parte gli scherzi, il nostro è il paese più bello del mondo, indipendentemente da come la si possa pensare su certi argomenti, ma quello che come storia, arte (e per arte intendo tutto: letteratura, architettura, pittura, poesia, danza ecc) e cultura abbiamo noi, non ce l’ha nessuno!
    Per non parlare della gastronomia!

  2. lagiraffa ha detto:

    Caro Frapps, al tuo post moderatamente celebrativo (è scientificamente dimostrato che elencare dei buoni motivi per essere italiano nel giorno del 150esimo compleanno dell’Italia equivale a scrivere un post celebrativo 😀 ) aggiungerei la solidarietà, la generosità, la fantasia, l’ingegno e, in ordine sparso, Leopardi, De Sica, Gina Lollobrigida, Rita Levi Montalcini, Gino Strada, Claudio Abbado, Mina, De Gregori, Michelangelo, Petrarca, Pertini, Pippo Fava, Falcone, Borsellino, e mi fermo, altrimenti celebro troppo.

  3. Gaia ha detto:

    Ecco i miei 10 motivi:

    1. Il mare
    2. I pomeriggi d’estate e silenzio, dopo pranzo, al Sud
    3. Alcune canzoni di Battisti che sentivo sulle audiocassette di mio padre quando ero piccola
    4. Il neorealismo cinematografico
    5. Gli spaghetti alle vongole
    6. Il Bernini
    7. I racconti di chi ha fatto la Resistenza
    8. Il mercato la mattina
    9. I rustici leccesi
    10. Cristoforo Colombo

  4. Allora faccio pure io l’elenco:
    1) Il mare (abbiamo coste adatte a soddisfare qualsiasi tipo di esigenza)
    2) I monti (le Dolomiti sono splendide e non ci sono solo quelle)
    3) Il cibo (che altro paese al mondo ha una varietà come abbiamo noi?)
    4) L’arte di arrangiarsi (se non fosse per quella saremmo già estinti)
    5) L’arte (abbiamo tante opere da permetterci di tenerne ancora di più nascoste nei magazzini dei musei)
    6) La storia (quella antica, quella che ci fa sentire orgogliosi di aver portato la civiltà in mezza Europa)
    7) De Andrè, Guccini, Dalla… Come cantautori ne abbia… ne avevamo di validi

    Aspetto ora un post dove elencare le cose negative 😉

  5. katamail ha detto:

    Vabbé, pronti via, e in ordine sparso…

    1) I pasticciotti
    2) la pizza
    3) la pasta
    4) e 5) Venezia e Otranto
    6) Laura Pausini
    7) La Resistenza
    8) La scaltrezza dell’essere italiano
    9) Gli emigranti all’estero
    10) Le ragazze più belle del mondo (sarebbero le salentine, a dire il vero…)

  6. @ Valentina: ma la Sicilia per molto tempo nella storia era Sicilia e basta, altro che Italia, e ben prima della Lega i secessionisti erano da voi! 😛 Per fortuna non vi abbiamo lasciati andare via! ^^ Sennò, come facevamo senza marzapane, latte di mandorle e soprattutto le bedde ragazze siciliane?

    @ Giraffa: approvo appieno la tua integrazione, salvo Gino Strada che mi sta cordialmente molto antipatico (e lo dico da uomo di sinistra)… pure Petrarca, a dire il vero, ma quello te lo concedo 🙂

    @ Gaia: i pomeriggi d’estate e silenzio solo magnifici! Dormicchiare a letto dopo pranzato mentre fuori si sente solo il sole e le cicale

    @ Kalojannis: i tuoi commenti erano usciti a mangiare i pasticciotti. Ma cosa sono i pasticciotti?

    @ Giulio: un bell’elenco completo ed esaustivo, il tuo! Sei l’unico che ha citato i monti, e hai fatto bene… le Alpi sono forse tra le montagne più belle del mondo!

    @ Aquilavedente: io adoro gli gnocchi, ma non li vedo così “italiani”… Facciamo invece entrare nell’elenco le lasagne al forno!

    E comunque la carbonare è così buona che merita un posto a sé in classifica

    • il cinema italiano ha un luminoso futuro dietro di sè… di quello che c’è oggi non sarei molto orgoglioso

      ma sull’arte hai assolutamente ragione… Che arte però? Io ho giò messo Leonardo Da Vinci… ma in effetti dovremmo aggiungerci Caravaggio, Tiziano, Paolo Uccello, Bernini, Borromini, Giorgione, Donatello, Michelangelo e probabilmente ne sto dimenticando centinaia di altri

      • Parlavo infatti del vecchio cinema che ci ha reso famosi in tutto il mondo..di certo non mi riferivo al cinepanettone (anche se qualcosa di buono fatto negli ultimi anni si sta muovendo)

      • qualcosa di buono c’è, ma molto poco, gran parte di cineasti si dividono tra un pessimismo iperrealista di chi si crede investito di non so quale missione, e chi invece pensa solo agl incassi del botteghino mescolando belle fighe e umorismo sottoterra

        ci manca la via di mezzo purtroppo, e proprio per quello quando viene fuori un film di questo tipo, anche se non ha nulla di speciale (come il buon Checco Zalone) è un successo enorme, perché colma un vuoto

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...