cinema · Risposte

Baci di scena

Risposta n. 39

Come vi comportereste se il vostro uomo è attore di musical e deve baciare l’attrice?

Molte volte le domande che arrivano dal web e che sono alla base della mia popolare rubrica Risposte le devo cambiare, per renderle più chiare e comprensibili, ma in questo caso la frase l’ho ripresa tale e quale dal deposito del traffico in arrivo, perché è splendida così anche nei suoi errori di grammatica.

Anzitutto, il quesito è curioso perché specifica “attore di musical”, per cui si suppone che la risposta possa (debba?) essere differente nel caso di attori di film o spettacoli d’altro genere. In secondo luogo, così com’è posta la domanda fa venire il sospetto che chi l’ha fatta sia davvero fidanzata a un attore di musical, obbligato all’ingrato compito di dover baciare la protagonista femminile.

Stando così le cose, vorrei tranquilizzare l’anonima internauta, non ricordo di avere visto dei musical in cui il protagonista bacia la protagonista in modo particolarmente passionale, di solito la cosa basilare sono i famosi numeri di ballo, e i baci sono sfiorati o volanti.  Mi preoccuperei molto di più dei due corpi a contatto nel ballo, volendo…

Ecco, per esempio, se fossi fidanzato un’attrice, e la vedessi ballare con un altro attore come in questa scena da Step Up 3D (nonostante tutto un bel film) avrei la forte tentazione di farle trovare al ritono a casa i suoi vestiti firmati nel cassonetto della Caritas…

Ma sarebbe anche questo l’atteggiamento sbagliato: forse la verità è che mettendosi insieme a una persona che di mestiere deve far finta di innamorarsi e far l’amore con altri (in fondo l’80% dei film e degli spettacoli teatrali parla di questo) bisogna accettare di vederla di continuo amoreggiare con altri e sforzarsi di credere che la finzione rimanga sempre tale.

Altrimenti, cosa dovrebbe dire chi sta insieme a un attore di film porno?

cinema · Notizie ASMA · servizi di pubblica utilità

Grande balzo in avanti dell’industria informatica russa

(ASMA) Novosibirsk, 24 Feb – Secondo quanto riferito dall’agenzia giornalistica Notizija, ricercatori del Politecnico di Novosibirks hanno messo a punto un  innovativo software di intelligenza artificiale in grado di effettuare un’analisi logica del contenuto di un film.

Sebbene il primo esperimento, effettuato su L’ultimo  dominatore dell’aria di M. Night Shyamalan, ha avuto successo solo parziale per la fusione del disco rigido del computer, dovuta probabilmente all’eccessivo carico di lavoro, il pool di ricerca ritiene di avere messo a punto un sistema in grado di  individuare con precisione quando un film contiene scene scopiazzate  (kopjanestni, in russo) da uno dei film della trilogia de Il signore degli anelli.

Panico a Hollywood.

Risposte

Amori aerei

Risposta n. 38

Come fare l’amore nella toilette dell’aereo?

Questo è un tema che avevo già toccato il 7 dicembre del 2009, giorno mondiale dell’aviazione civile (a quel tempo festeggiavo tutte le giornate mondiali dell’anno), e in cui avevo approfittato per parlare del Mile High Club, fantomatico club che riunisce tutti quelli che sono riusciti a fare sesso nella toilette di un aereo.

Come abbiano fatto, però, è davvero un mistero, almeno per me che ho sempre viaggiato in Economy, dove i bagni sono davvero troppo piccoli per immaginarli adatti a un incontro di passioni; a tutto concedere potrei capire un po’ di petting sui voli transoceanici, approfittando delle famose coperte da volo e della sonnolenza degli altri passeggeri, ma continua ad apparirmi un esercizio scomodo e rischioso, da provare proprio se avete un impulso assolutamente irrefrenabile o se avete la certezza che mai più incontrerete quella persona che in quel momento vi attira, e che magari come voi ha prole e consorte.

Perchè sennò che diamine, appena atterrati potreste prendere una camera al classico Hilton davanti all’aeroporto, e risolvereste con maggior soddisfazione e minore scomodità.

Insomma, faccio fatica a capire, anche da un punto di vista strettamente tecnico, come si possa fare l’amore in un cubicolo in cui è difficile anche espletare le ordinarie funzioni corporali; dal mio punto di vista, era molto scomoda anche la Panda 30 dentro cui feci le mie prime esperienze, specie prima di capire in che modo ribaltare i sedili, ma in confronto con la toilette di un 747 i sedili telati della mia vecchia Panda sono come la suite di un love hotel!

Mah, forse chi trasforma la toilette dell’aereo in un alcova è preda dei fumi dell’alcool, forse ha esagerato con l’ordinare quelle bottigliette di spumante che di solito comprano le coppiette di tedeschi attempati, forse si è sniffato le salviettine umidificanti, non so, non ho altre spiegazioni…

E ancora una volta non riesco a darvi una Risposta come si vede…