Rubacuori d’Italia (ep. 26)

Queste giornate, in cui all’Italia non viene nemmeno concessa la grazia di uno scandalo sessuale serio, e al posto di Monica Lewinsky ci capita Ruby Rubacuori, non si può certo dire che manchino le candidature per salire su La Nave de Los Monstruos.

A partire da lei, la neodiciottenne Ruby, già protagonista di stravaganti interviste, con frasi tipo

mi piacerebbe fare il Carabiniere, ma mi sono sempre trovata dall’altra parte

Ma in fondo la giovane Ruby fa quasi tenerezza, e anzi , anche se lei sogna le mostrine, le auguriamo un futuro nello show business, magari come cantante come l’omonima cantante egiziana (sarà parente di Mubarak?) di cui vi propongo il video.  E sennò si può sempre campare di ospitate televisive.

Ci sarebbe poi Lui, l’Amato Leader, nella stagione della sua decadenza, l’uomo che ha Drive In come proprio retroterra culturale e ideologico e Gino Bramieri come filososo di riferimento, ma lui è già l’Ammiraglio del Missile della Libertà dove probabilmente troverà posto anche l’elegante (nei modi) deputato Giancarlo Lehner, che commentando la vicenda ha usato termini come marocchine in calore e zoccole pugliesi (testuale).

Sul Missile della Libertà c’è posto anche per  quel famoso direttore di telegiornale, noto per la sua obiettività, che pure è stato messo in mezzo da queste voci maligne, e chissà se faranno salire a bordo anche il famoso manager dei vip, perché pare che abbia proprio quei gusti sessuali che l’Amato Leader si fa vanto di non condividere…

In questo crepuscolo di chi si credeva un Dio c’è però un personaggio che invito volentieri a bordo de La Nave de Los Monstruos, è l’Elettore Medio, che alle prossime elezioni ridarà sicuramente ancora il voto a questi personaggi. Che lo dia direttamente perché crede ancora alle stesse favolette che ci vengono raccontate da 16 anni, o indirettamente perché per lui i-politici-sono-tutti-eguali e quindi non vota e quindi vota per Berlusconi & Co., l’Elettore Medio vince un biglietto per La Nave de Los Monstruos, dove peraltro troverà molti dei personaggi cui è affezionato o che gli piaceranno a prima occhiata.

Certo, potrebbe pure darsi che questa volta l’Elettore Medio si dia una svegliata, e non rinnovi la fiducia all’Amato Leader. Ma in questo caso, siatene certi, riuscirà nell’incredibile impresa di scegliere di peggio.

La Nave de Los Monstruos, Diario del capitano, data astrale Anno XVI dell’Era Berlusconiana.

Annunci

13 thoughts on “Rubacuori d’Italia (ep. 26)

  1. Marta ha detto:

    Io vorrei andare a chiedere all’elettore medio se a) è contento del governo ; b) se non gli fa schifo essere governato come un burattino da un personaggio simile c) con quale coraggio si scusa un comportamento ( ma questo è solo uno dei tanti ) del genere?

  2. Mi sto chiedendo se l’elettore medio sia una leggenda metropolitana.
    Si, perché Mr.B vince sempre, eppure NON L’HA VOTATO NESSUNO!
    Poi, ovvio, ci sono i suoi fan sfegatati che lo venerano come un Dio, e che lo ritengono la perfezione, ma quelli sono a livello di lavaggio mentale alla Scientology (blè)
    Chissà come Mr. B. verrà visto e giudicato dai nostri nipoti, quando a scuola dovranno studiare questo periodo. ahahah, già me li immagino i vari paragrafi dei libri di storia: “I Bunga Bunga party”, “Le tecniche comunicative di Mr. B. Tutte le barzellette” etc etc etc…

  3. Caro Ser @FraPuccino, la tua “Nave dei Mostri” dovrà essere più grande del Titanic, poichè ci devi “imbarcare di diritto” gli allegri componenti del più grande Partito Italiano, “il Partito degli Astensionisti”, valutato intorno al 30% dell’ Elettorato reale, che oggi ammonterebbe a circa 15.000.000.= di “italiani non votanti” .
    Chi sono ?
    E’ presto detto : sono i “malpancisti”, i “qualunquisti”, gli “assertori dell’ ammazza ammazza son tutti della stessa razza”, i “Week-endisti”, gli “opportunisti”, i “pigri”, gli “ipercritici” ( a torto o a ragione ) dell’ attuale sinistra, i “Duri e puri”, i “nostalgici del bel tempo che fù”, i “disinteressati” alle cose politiche ( loro, hanno ben altro da fare ! ), etc. etc. !!!
    La cosa bella è che costoro “credono” di non votare, ma in realtà, abbassando la quota dei votanti, è come se votassero ‘a favore di ser @nano”, lo stesso poi contro il quale, una volta che costui abbia rivinto le elezioni ‘anche grazie a loro’ e si sia insediato come capo della maggioranza e capo del governo ( ehm ….., si fà per dire ! ), ricominciano le litanie delle maledizioni più pesanti e delle invettive più accorate !!!

  4. A me vien tristezza a vedere le alternative…

    Ok, chiunque meglio di lui, possiamo essere d’accordo… Ma l’impressione è di dover scegliere una martellata su un dito piuttosto di una sulle palle… 😦

  5. Beh, tra l’ attuale sfacelo etico ed economico, tra la bruttura morale e l’ ignominia cialtrona che non trovano riscontro in un Paese civile occidentale ( ed anche in Africa, dovremmo risuscitare Bokassa per avere una situazione, sebbene alla lontana, analoga ) a cui assistiamo ad ogni ora, ed un eventuale Governo di Centro Sinistra ( che anche dovesse fallire, ipotizziamolo pure ! ), mi sembra, francamente, che la differenza non sia quella che corre tra “una martellata alle dita ed una martellata alle palle” !
    Ma continuiamo pure a ragionare così, in fondo l’ Esercito Astensionista è sempre il 1° partito d’ Italia, con stropiccìo di dita e soddisfazione ilare di ser @nano e della sua corte dei miracoli !
    Un Governo “normale” raggiunge alcuni obiettivi politico-economici ed altri li fallisce, come in ogni Paese del Mondo .
    Ma solo in Italia, si consentono e si permettono cose che fanno rabbrividire ogni essere umano che creda ancora nella dignità e nel rispetto dei valori etici fondamentali, scempi che distruggono e fanno male di gran lunga di più che una martellata “alle dita o alle palle” : quelle, dopo qualche urlo di dolore, passano !
    Questi scempi nauseabondi invece durano, ahinoi, a lungo e tolgono ai Giovani ed ai meno Giovani “ogni speranza” di un futuro migliore e più equo !

  6. kalojannis ha detto:

    Penso che chi rappresenta il Paese debba avere una moralità irreprensibile e non deve farmi vergognare quando, all’estero, afermo di essere italiano!
    Penso che chi rappresenta il Paese debba cercare di risolvere i problemi dello Stato, non solo ed esclusivamente i propri!
    Penso che chi rappresenta il Paese debba mettere al centro del proprio programma elettorale determinati valori (scuola, lavoro, ambiente) e non altri (limitazioni alla libertà di stampa, condoni e leggi ad personam).

    P.S.: otto giorni di assenza dalla pubblicazione dei post. Ti si è alluvionato l’eremo? 😆

  7. Ser @Kalo, concordo “toto corde” con te !
    Ser @Frappy ?
    Ehm ….. temo che stia ‘veramente’ svuotando, con secchi e pala, l’ acqua ed il fango dalle celle .
    Ma spero proprio di nò, ci mancherebbe altro !

  8. quanti commenti, e nel weekend, grazie mille miei dissafezionati lettrici e e lettori..

    @ Marta: non ti sembrano tre domande un po’ troppo complesse per il nostro Elettore Medio? 🙂

    @ Grimilde: interessante il tuo Berlusconi spiegato ai posteri, mi pare che Beppe Severgnini abbia provato a scriverci un libro, anche se alla fine il suo segno sulla storia d’Italia probabilmente sarà nullo, e tra 50 nessuno saprà neanche chi era , se non al limite come presidente del Milan…

    @ Principessa: per ora i posti ci sono, poi se i passeggeri saranno più dei sedili, ricorrerò al televoto…

    @ Cavaliere: che dire? Condivido quasi del tutto la tua analisi, come al solito acuta e penetrante…e io sono sempre stato per la lode del meno peggio 🙂

    @ Giulio: tu pure, d’altro verso, hai ragione, ma se noi ci limitiamo a guardare e lamentarci, possiamo forse aspettare che la politica italiana migliori? Dovremo rottamargli tutti, ma non possiamo certo aspettare che lo facciano da soli!

    @ Kalojannis: mi sa che la moralità per il momento sia emigrata, e non abbia intenzione di tornare a breve 🙂

    grazie per l’interessamento, ma la mia assenza era più che altro dovuta a impegni vari, complice anche il quasi ponte di Halloween (o dei Morti, per chi preferisce), ma per fortuna il disastro (reale, purtroppo) che ha colpito la mia città ha risparmiato il vostro blogger

    • ma purtroppo ce lo siamo meritato… in fondo l’Amato Leader è stato votato da un bel po’ di italiani per ben tre volte, mica una sola…

      un paese così si merita un premier così

      anche se purtroppo poi ci andiamo di mezzo anche noi che non l’abbiamo mai votato!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...