La Novia sulla Nave (ep. 20)

I mondiali in Sudafrica sono finiti; e con i mondiali molto probabilmente finiranno anche i quindici giorni di celebrità mondiale di Larissa Riquelme, la modella paraguayana che con una scaltra quanto banale trovata pubblicitaria è riuscita a far parlare di sé e del suo decollete.

Le è bastato zompettare come una bambina di 5 anni vestita con i colori del Paraguay durante la partita tra la nazionale del suo Paese e l’Italia, facendo finta di essere in Sudafrica quando invece si trovava ad Asunciòn, per diventare la Novia (la fidanzata) del Mundial e conquistare fama universale (superata solo da Paul il Polpo), e questo grazie anche all’ingegnosa soluzione adottata per non dover tenere il cellulare tra le mani.

D’altronde, nonostante quello che ha scritto la nota femminista americana Camille Paglia in un articolo che da noi è uscito su Repubblica, non sembra proprio che la cultura popolare contemporanea proponga un modello di donna androgino e asessuato; dalla sexy spia Anna Chapman a Belèn Rodriguez avere un seno prosperoso è sempre più garanzia di successo mediatico.

Poi, certo, balliamo tutti con Lady Gaga, ma perché fa canzoni orecchiabili, non perché sia un modello di femminilità.

Larissa adesso è sull’onda della fama anche lei, ma tra qualche servizio e sexy e magari un calendario, l’onda si esaurirà presto, e lei  rischia di tornare ad essere una celebrità locale.

Siccome però Larissa ha un visetto grazioso, e da’ anche l’idea di essere simpatica, oltre a imbarcarla su La Nave de Los Monstruos, voglio darle un consiglio: attraversi l’Atlantico e venga in Italia.

In Italia abbiamo sempre accolto molto benevolmente le bellezze spagnole o sudamericane, e in fondo il trono di Belèn potrebbe vacillare da un giorno all’altro. Nel nostro Paese Larissa diverrebbe in breve tempo una star assoluta e, chissà, magari un giorno o l’altro potrebbe darsi pure alla politica.

Tutti dicono che nel nostro Paese la politica è giunta a un livello molto basso; io dico che potrebbe peggiorare, e (con tutta la simpatia per Larissa) potrebbe essere il suo turno.

Inoltre, e non è un argomento da scartare, sia io che Fabrizio Corona attualmente siamo single.

La Nave de Los Monstruos, Diario del capitano, data astrale 120-60-90.

Advertisements

7 thoughts on “La Novia sulla Nave (ep. 20)

  1. Ma la prima persona plurale era un “noi” inteso come “in questo momento molte persone”, e rispondeva alla tesi di Camille Paglia, che confondeva il successo delle canzoni di Lady Gaga con il suo successo media-iconografico

    Che poi io rientri tra quelli cui le canzoni di Lady Gaga non dispiacciono, è un altro discorso

  2. kalojannis ha detto:

    E allora, balliamo il tango argentino con Larissa…
    come dici? E’ paraguagia?
    Come? Non si chiama “tango argentino”? 😉

  3. Sì, Larissa è una guaranì

    ma istinto penso che se le proponi di ballare il tango ti risponderebbe come risponderei io alla stessa domanda da parte femminile

    Però puoi sempre invitare la Presidente, che è carina come Larissa ma ha i tuoi stessi gusti musicali (preparati però alle scene di gelosia del suo Vichingo)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...