Il trecentesimo post

 

As Hostess by Anime Fanatic Willy on Deviantart.com

Trecento.  E cinquantamila. Non so per quale dei tue traguardi essere più felice.

Questo che state leggendo è il trecentesimo post di E’ scientificamente dimostrato, un blog nato per scherzo per scriverci le cose che sull’altro mio blog molto più serio non potevo scrivere, e che poi quasi per caso è diventato il luogo dove condividere la mia elaborazione del lutto per un amore finito, dieci settimane in cui queste pagine hanno cominciato ad acquisire lettori, amici, e ancora lettori.

E poi altri dodici mesi a festeggiare il festeggiabile, fino al risultato di sabato, in cui il contatore ha segnato quota 50.000 lettori.  Un risultato incredibile, per il quale comunque devo ringraziare tutte le ragazze che cercano foto di Johnny Depp, Zach Efron  e Till Lindemann, e capitano per sbaglio da queste parti.

Tra l’altro, se vi interessa, il post su Johnny Depp conduce la speciale classifica dei più letti con quasi 3.000 visitatori, la pagina su High Street Musical viene subito dopo con 1.900 lettori mentre giorno dopo giorno il post dedicato al frontman dei Rammstein sale posizioni, e attualmente è sesto, con 583 lettori.

Siamo anche arrivati all’ultima delle giornate mondiali; con oggi si conclude il percorso che avevo iniziato l’8 giugno del 2009, dopo avere terminata l’elaborazione del lutto per l’amore finito, e durante il quale ho celebrato 153 giornate mondiali.

La centocinquantaquattresima le festeggio oggi 7 giugno, che proclamo

giornata mondiale dei celebratori di giornate mondiali

Una giornata dedicata a tutti quelli che coltivano le gioie della pomposità e della retorica, fino al momento topico di ogni giornata mondiale , specie in Italia: il convegno, conferenza, l’incontro, la tavola rotonda in occasione di…

Quei pallosissimi (si può dire palloso sul web?) convegni che iniziato con gli inevitabili saluti e ringraziamenti, e altrettanto inevitabile presenza della famose “Autorità” che a Roma o Varese e dintorni possono essere anche ministri o sottosegretari, ma che nel resto d’Italia sono sindaci, assessori e qualche immancabile stelletta.

A tutti coloro che in quei momenti stanno seduti sul banco della reception a distribuire i cartoncini con il nome e la cartella piena di brochure, a tutte quelle che aprono le porte belle composte sui loro tacchi 12, a tutti coloro che hanno inviato 2.500 mail con il pieghevole del convegno, a tutti quelli che invece hanno dovuto piegare e imbustare il pieghevole, a tutti coloro che devono affrontare la folla affamata dei convegnisti nel momento del coffee o del lunch break,

happy world day of world dayers

E quanto a me, ora che sono finite le giornate mondiali, dovrò pensare a qualcos’altro… ma non preoccupatevi, ho già un’idea!

Annunci