Il nome della piattaforma

Eco Man by Bradshawi on Deviantart.com

Mentre si avvicina la conclusione del mio anno di giornate mondiali, ecco un’altra giornata ambientalista, anzi la giornata ecologista per eccellenza.

Oggi infatti si celebra la giornata mondiale dell’ambiente, che viene dopo  la giornata mondiale dell’ozono (16 settembre), la giornata per la prevenzione dello sfruttamento dell’ambiente in caso di guerra o conflitto armato (6 novembre), la giornata mondiale dell’orso polare (27 febbraio) e la giornata mondiale della Terra (22 aprile).

Non aspettatevi da me qualche bel discorso retorico su quanto sia bello e giusto rispettare l’ambiente e non inquinare.  Uno dei motivi (oltre ad essere a corto di idee) per cui ho deciso di celebrare tutte le giornate mondiali dell’anno era proprio prendere in giro pomposità e retoriche caratteristiche di tutte queste date celebrative.

Voglio invece riflettere sulle cause del disastro ambientale della piattaforma petrolifera nel Golfo del Messico, e soprattutto sul meno considerato.

Diamo per assodato che una delle ragioni sia stato il comportamento dei dirigenti della BP e della società proprietaria della piattaforma (la Transocean), ma è sbagliato soffermarci solo sull’ansia da profitto che ha portato a sottovalutare i rischi e l’importanza delle misure di sicurezza.

No, una grave responsabilità è l’avere attirato una gran sfiga sull’operazione battezzando la piattaforma petrolifera con il nome di Deepwater Horizon.

Eh sì, perché come i più cinefili tra voi ricorderanno, il nome della piattaforma ricorda molto da vicino l’Event Horizon, l’astronave che nell’omonimo film (in italiano Punto di non ritorno, 1997, di P. Anderson con un grandissimo Sam Neill), finisce in una dimensione di puro caos e di puro male e ritorna portando con sé qualcosa di estremamente malvagio; e d’altronde da un posto così difficile che portasse  con sé una maglietta e dei cioccolatini.

Insomma, a meno che l’obiettivo dei progettisti della Deepwater Horizon non fosse quello di trivellare fino all’Inferno (e data la profondità della trivellazione, qualche dubbio è lecito), non era preferibile scegliere un nome che portasse meno sfiga?

Che ne so, Forever Oil, Deepwater Curiosity, Pink Tortilla, cose così.

Speriamo che le società che si occuperanno delle trivellazioni nel mare Adriatico, intelligentemente autorizzate dall’attuale governo, siano più scaramantiche…

Annunci

11 thoughts on “Il nome della piattaforma

  1. Eh, curiosa coincidenza quella del libro sul naufragio di un transatlantico chiamato Titan prima del disastro del Titanic.

    Curiosa coincidenza, appunto, perché con il tuo link mi ha incuriosito, e ho letto qui e là, dopo di che sono giunto alla conclusione che, come al solito, parapsicologi, cospirazionisti e dietrologi hanno del tutto torto 🙂

    anche se purtroppo il web diffonde troppo efficacemente le loro stramberie

  2. Io avrei pensato ad un nome tipo BANANA SPLIT.

    NOn vsembra carina questa “petroliera”?

    Grazie per avermi ricordato il titolo del film “Punto di non ritorno”, da poco volevo rivederlo ma non riuscivo a ricordarmi il nome!!

    Abbastanza inquietante, ma molto bello.
    Da non confondere tuttavia con “Unto di non ritorno”, che potrebbe lo slogan del NELSEN PIATTI 😀

    ciao!! 😉

  3. @ Presidente: quando inventeranno le centrali elettriche a banane, magari quelle petroliere solcheranno i nostri mari… peccato che nel frattempo la razza umana si sarà già estinta (a inventarle saranno le scimmie geneticamente modificate che prenderanno il ns. posto)

    @ Giulio: o magari “Nema Problema”, “Ena Malo Benza” o “Viva Là e Pe’ Trol”

  4. Attualmente sono tutte esaurite perché c’è una grande richiesta di giornalisti e telegiornalisti che rispettino senza protestare le direttive della proprietà…

    Ma puoi prenotarti per le consegne del 2012

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...