Diario infernale

Nella  giornata mondiale dedicata alle vittime della Seconda Guerra Mondiale, che  in Europa terminò l’8 maggio 1945 con la resa della Germania, E’ scientificamente dimostrato ha chiesto a Guy Fawkes di scrivere un piccolo editoriale, non tanto perché ha vissuto quel conflitto (è morto più di tre secoli prima) ma perché all’Inferno ha conosciuto e frequentato molti dei protagonisti di quella Guerra.

L’immagine stereotipata dell’Inferno che molti di Voi avranno a mente descrive un luogo infuocato, pieno di demoni, fruste e tormenti, più o meno una via di mezzo tra una sauna e un club sadomasochista.

La verità, miei cari lettori, è ben diversa; l’Inferno, e ve lo dico io che vi abito, seppur al momento ne sono fuoriuscito in semilibertà, assomiglia maggiormente a un dimora di certe meritorie confraternite religiose come l’Opus Dei; silenzio, luoghi spogli e vuoti, e una grande quantità di ferventi religiosi. Altro che pena del contrappasso, anche se io non mi spingo, come fa alcuno dei mie compagni di sventura, a dire che magari vi fosse il contrappasso.

Presumo che il luogo ove io dimoro sia per l’appunto il luogo di raccolta di chi ha creduto troppo intensamente alle proprie idee; ci siamo noi che credemmo nella vera Fede, fino (come nel mio caso) ad immolarci per la causa pur di immolare anche qualchedunaltro, ma ci sono anche tanti ferventi di altre fedi (di una in particolare che mi è stato detto di non nominare che è gente vendicativa), che recentemente stanno arrivando in gran numero e nonostante le nostre proteste continuano a venire mandati nel nostro angolo di Inferno.

Se codesti infedeli capisco perché siano lì, viceversa non mi capacito del perché noialtri si sia colà e non in Paradiso; e la cosa ancor più ingiusta è che allorquando alcuno ammette la giustezza della pena, e che sia giusto che noi ferventi cattolici si sia imprigionati all’Inferno, immantinente svanisce e i più affermano che ascende al cielo.   E pure questo è a parere mio inspiegabile.

Ma non vorrei divagare; mi venne chiesto di parlare di Seconda Guerra Mondiale, e questo voglio fare; da noi laggiù abbiamo anche il povero Adolf, che io ritengo uno dei grandi incompresi della storia; certo, lo stesso parimenti vale, oltre che per me medesimo, per Francisco o per Augusto, ma loro perlomeno sulla Spagna e il Cile hanno governato a lungo, Adolf invece ha potuto fare ben poco, e sì che aveva grandi idee!

A differenza di me, Francisco e Augusto, che davvero ingiustamente dimorano all’Inferno, Adolf qualche colpa la ha avuta; per esempio, convisse con una donna senza contrarre matrimonio, e per di più il modo in cui parla di una certa sua cugina non si confà a un rapporto parentale; ma v’è di più e di peggio: pur nato nella vera Fede, decise di seguire la via dell’Occulto, e anche or ora che è qui ogni tanto insiste con il Gran Capo di quaggiù rammentandogli i loro trascorsi e la loro gran amicizia, perché vorrebbe un trattamento di favore.

Egli, giustamente, rivendica di aver di avere avuto cara al cuore la purezza di sangue dell’Europa e di avere anche combattuto avverso i Bolscevichi.  Anche il capo di costoro e suo grande nemico peraltro dimora quaggiù, e questo pure non me lo spiego.  Voglio dire: se Stalin fu il grande Nemico di Adolf, uno dei due sarà stato nel giusto e l’altro nell’errore, ma allora per lo quale motivo entrambi dimorano all’Infernoi?

La cosa comunque che fa più imbestialire Adolf è che Hollywood e History channel guadagnano un sacco di denari grazie a lui.  Continua a dire che gli dovrebbero pagare i diritti, che non si fa costì, e soprattutto che è stufo marcio che nei film e nei documentari gli faccian sempre fare la parte del cattivo.

Annunci

2 pensieri su “Diario infernale

  1. Ehy ehy ehy come direbbe un grande comico ebreo (Krusty il clown), ma questo, se non ricordo male, non è Hitler (anzi Hynkel, nel film), ma il suo sosia ebreo…

    Hitler-Hynkel era perfido anche nel film, come pure il suo amico dittatore Bonito Napoloni…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...