Le necronomiche

Visto che da più parti si invoca un post per la giornata internazionale del libro, non posso sottrarmi.

E celebro questa giornata con un trailer del solito horror a basso costo tratto dalle opere del grande H.P. Lovecraft, che si meriterebbe film di Tim Burton con Jack Nicholson e Nicole Kidman, e invece al massimo siamo arrivati a Macarena Gomez, che è una gran bella tipa ma non esattamente una stella hollywoodiana di prima grandezza.

H.P. Lovecraft, che per il suo carattere aperto e socievole era anche chiamato il solitario di Providence è forse l’unico scrittore di cui possiedo (e ho letto) l’intera opera omnia, in cui spesso ricorre il fantomatico libro intitolato Necronomicon, scritto dall’arabo pazzo Abdul Alhazred e pieno di strane invocazioni e formule magiche.

Se avete presente film come La Casa e similari, un consiglio: se anche entrate in possesso del Necronomicon e trovate una formula per evocare gli spiriti, non recitatela ad alta voce, specie se siete insieme ad altri tipi e tipe con la faccia da tronisti in un luogo isolato.

Advertisements

8 thoughts on “Le necronomiche

  1. QUando vado in escursione con gli amici in alta montagna dove nessuno può sentirci nel raggio di miglia e miglia, io me lo porto sempre dietro.. Ma tu dici che non dovrei farlo… Mhhhhhh…

  2. Giacobbo (e tutto quel gruppo lì) sono veramente inguardabili… Ed il problema è che fanno vera e propria disinformazione perchè molte persone prendono per oro colato qualsiasi “mistero” che venga proposto (anche se le spiegazioni scientifiche ci sono già a volte anche da anni)

  3. @ BabEle: guarda, volendo puoi pure portarlo con te, ma ti sconsiglio di leggere a voce alta le formule per evocare i demoni 😀

    @ Starla: che sei, la sorella cattiva di BabEle (v. alla voce recensioni)?

    @ Giulio: oppure siamo noi che non ci accorgiamo della verità nascoste perchè condizionati dalle sostanze ipnotiche contenute nelle famigerate… scie chimiche!! ahahahah
    (chissà che Giacobbo ne ha mai parlato?)

  4. le recensioni dovreste farle tipo “entusiasmante prova d’autore di Carlo Vanzina, con un Christian De Sica in gran spolvero; magistrali i duetti con l’esordiente Belen Rodriguez, che con questa interpretazione dimostra le sue eccezionali doti di caratterista; da sottolineare anche la comicità surreale e sofisticata dei Fichi d’India”.

    Così si fa, mica come fate voi!! 😛

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...