Oui, je parle Francais

Ajourd’hui c’est le Journée internationale de la Francophonie, inventè par cèlèbrer la langue francaise, qu’est la langue officielle dans 33 pays sur 5 continents, les pays de la francophonie.   Je n’ai pas etudié le francais, mais je aimè à la folie una femme con un coeur francais, donc je connais un peu de francais.

Spero che mi abbiate capito, se non mi avete capito ripassate il vostro francese, altrimenti provate a indovinare… In fondo, non ricordate quello che ci dicevano da piccoli?  Il francese e l’italiano sono quasi uguali… Ma siamo proprio sicuri?

La giornata internazionale della francofonia, che se non l’avevate capito ricorre oggi, comunque mi spinge a pormi (e porvi) una serie di domande…

Perché si dice nasino alla francese ma se vai in Francia quasi nessuna ragazza ha il nasino all’insù?

Il bacio alla francese è davvero un’invenzione francese?

Perché gli inglesi chiamano pommes frites le patatine fritte?

Capiterà ancora, camminando la mattina, di sentire chiamare il mio nome con quell’accento francese che arrotava tutte le R del mio vero nome?

Je ne sais pas, et ca m’enerve…

Consoliamoci con questa divertentissima canzone dal film Otto donne e un mistero (F. Ozon, 2002) nell’interpretazione di un’adorabile Virginie Ledoyen.

Annunci

30 thoughts on “Oui, je parle Francais

  1. Respiro profondo e via al mio classico fuori tema:

    Ho iniziato a studiare francese, come molti di voi sanno, qualche anno fa, perchè facciamo parte di un gruppo francese, ora olandese, perchè adoro le lingue straniere, perchè per comunicare prefisco usare la lingua del paese in cui sono o di cui proviene il mio cliente, se parliamo di lavoro. Oggi lo parlo abbanstanza bene e riesco ad esprimermi abbastanza fluidamente. Non ho mai provato molta simpatia per la francia ma dopo il mio recente viaggio mi sono ricreduta. Non era un viaggio di piacere ma un viaggio per la cura della mia anima, per parlare con lui, per riconcigliarmi con me e con lui. Anch’io tra i miei tag avevo, fino ad oggi, amori perduti ma da oggi luce nuova anche nel mio cuore, e non utilizzerò più questo tag anche se amori perduti sono.

    Luce rinnovata

  2. Io faccio una specie di scuola francese! E l’anno prossimo avrò una specie di BAC!
    Per cui…siccome mi piace fare quella con la puzza sotto il naso…ti dico che hai fatto un sacco di errori, Fra!! 😛
    Va be, ma a parte questo. Le domande che hai postato sono molto sensate. In effetti non mi sono mai chiesta nessuna di quelle cose… Oh, be, in effetti qualche domanda riguardo al bacio alla francese me la sono fatta. 😳

  3. kalojannis ha detto:

    Complimenti: pur non avendo mai studiato il francese, sei riuscito a scrivere delle frasi di senso compiuto con pochi errori… mi piacciono le persone curiose e che non si arrendono di fronte alle dificoltà… peccato che tu sia un maschio maschiale 😉

    Il francese e l’italiano quasi uguali? Prova a dire ad un francese “Je voudrais salir sur ta voiture” e vediamo quante mazzate prendi 😛
    Per il resto il video è esilarante mentre il testo mi sembra tutto sommato banale: lei che lascia lui e poi si pente (o quantomeno si crogiola nel brodo dei ricordi felici passati)… insomma, storie già sentite (mi viene in mente il testo di QPGA, ad esempio).

    @Romaguido: non dirmi che non conosci neanche il russo 😀 chi di noi non lo conosce??? (penso almeno fosse russo… o bulgaro? o kazakho?

    @Luce: perché proprio il fiammingo?

    @ Ester: cos’è “una specie” di BAC? P.S.: Il bacio alla francese in Francia viene chiamato bacio all’inglese 🙂

    @Ifigenia: beh, mi sembra che quel tag ci stia a meraviglia…

    • Davvero si dice “bacio all’inglese”?? Pazzesco…
      Comunque non lo so nemmeno io cos’è “una specie” di BAC. Cioè il BAC è il baccalaureato, penso tu sappia cos’è, è una specie di…maturità, ma più difficile. Noi dovremo fare un ESABAC, a quanto ho capito, ma nessuno sa ancora niente di preciso perché è il primo anno che si fa (almeno nella nostra scuola)!

      • kalojannis ha detto:

        Anche se l’esclamativo del tuo primo commento (affermazione secca) è incompatibile con i puntini di sospensione del secondo (pausa, sospiro, riflessione)… 😉
        P.S.: che tu ci creda o no, ero convinto che tu lo conoscessi… io da ragazzino, appassionato esterofilo, avevo imparato il cirillico tanto che scrivevo intere pagine con tali caratteri (non in russo, ovviamente, ma in italiano traslitterato in cirillico).

      • Non mi è chiarissimo quello che hai detto: se è al mio ultimo commento che ti riferisci, i puntini di sospensione sono sulla prima affermazione, l’esclamativo sulla frase in russo e non devono essere compatibili.

        Il “Lo so…” era relativo al tag “amori perduti (e quindi pausa, sospiro, riflessione), il punto esclamativo all’affermazione “Io parolo russo molto bene!” (gioiosa, con una punta di orgoglio, e quindi mi pare ci possa stare): polemicuccio oggi?

    • @ kalojannis: fiammingo? io studio il francese, mica il fiammingo. E poi con tedesco ed inglese perfetti mancava il francese. Quando questo sarà abbastanza buono allora torno ad un vecchio amore che ho dovuto abbandonare per cause di forza maggiore ma che amo profondamente. Difficile ma molto mio

  4. kalojannis ha detto:

    @Ifigenia:
    1° commento: Ah, quel tag “amori perduti”!
    2° commento: Lo so…

    Non credi che la faccina con l’occhiolino sia incompatibile con il “polemicuccio”? Cercavo solo di leggere tra le righe dei tuoi commenti…

    • A proposito di “polemizzo ma gioco 😉 “:

      perché voi maschietti invece di cercare di leggere tra le righe, non vi concentrate nel leggere LE righe, che già aiuterebbe una giusta comprensione? 😆 😆 😆

  5. 1* commento: Ah, quel tag “amori perduti”!
    (rimpianto)

    2° commento: Lo so… (pausa, riflessione, sospiro… )

    Caro Kal, le donne sono più articolate degli uomini 😉

    Faccina incompatibile? Ma no, le faccine sono compatibili con tutto, basta trovare la giusta chiave di lettura (anzi, di lettuva).

    La tua può voler dire: “polemizzo, ma per gioco” 😉

  6. kalojannis ha detto:

    E comunque, a proposito di francese e dei casini che facciamo noi italiani, guardatevi questo video fino alla fine… lei è la splendida Laura…

  7. @ Ifigenia: amori al plurale, comunque, è doveroso sottolinearlo

    @ Starla: oh, che terribile dimenticanza, chissà che testa mi avrebbe fatto la mia insegnante privata di qualche anno fa 😀

    A me comunque la canzone non mi sembra così malinconica, ci sono pezzi divertentissimi, come quando fa
    “si j’en ai connu je ne m’en souviens pas” (trad. e se ne ho conosciuti (altri ragazzi) non me ne ricordo)

    @ Luce: ma li amori perduti li hai ritrovati o li hai dimenticati?
    Però grazie per non avere sottolineato i miei tanti errori, che con la tua grande conoscenza francofona avrai pure tu notato… ^^

    @ Ester: tu invece infierisci, eh? Ahi ahi ahi, e io che pensavo di fare bella figura 😮

    • Li amori perduti li ho metabolzzati, non credo nelle minestre riscaldate, ho provato ma c’era un tanto di sgradevole. Sempre riscaldata era. Quando meno te l’aspetti ti ritroverai pieno di luce, o forse ti innamorerai come mai prima. Sono giorni splendidamente speciali per me.

      Gli errori si notano, ma questa non era la sede da fare da maestrina. Il senso del post era un altro.

      Un abbraccio di luce

      • Quello che ho detto vale unicamente per me. Gli altri sono liberissimi di comportarsi come meglio credono. Precisazione dovuta.

        P.s. aspetto sempre tuo commento sul mio intervento richiesto

  8. @ Kalojannis: ma davvero i francesi chiamano il bacio con la lingua (perchè di questo si tratta, e mi scuso con i bambini che leggono il mio blog) bacio all’inglese??? 😮

    @ Giraffa: beh, ma tutto sommato anche in “quel” senso può essere una parola dolce, dipende dal contesto

    @ Starla: gran premio della Giuria per aver trovato il video originale… anche se a vedere la faccia annisettanta della cantante la malinconia stavolta arriva, eccome!

    @ Giulio: il bidet meriterebbe un post tutto suo…

  9. Qualche volta vedo la malinconia dove non c’è e viceversa. Però questa canzone è un pò nostalgica, per esempio quando dice: parlo in giro di te, ma sempre meno….

    • Eh, ma il mio francese non è così buono, non avevo colto quel passaggio…

      Anche se, diciamocela la verità, dopo tre mesi tutti la smettono di ossessionare gli amici con discorsi tipo “ma lo sai che lei.. ti ho già detto che lui… quant’è venuto bene qui…? hai visto che bel….?”

      😀

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...