Un dolce dormire

I gatti ce lo insegnano.  Ce lo insegnano quotidianamente, dando l’esempio.

Dormire fa bene..

Oggi nel nostro Paese si celebrava la giornata del papà, una di quelle celebrazioni utili a tenere vivo il fatturato di negozi e grandi magazzini. Questo di per sè non sarebbe un problema, ma la giornata del papà  non ha quel carattere di internazionalità che rende una festa meritevole di menzione su questo blog.

Il 19 marzo si festeggia invece un’altra giornata mondiale il 19 marzo: la giornata mondiale del sonno.

A quest’ora (è quasi mezzanotte) i dormiglioni saranno già andati a dormire, ma va bene così, perchè siamo noialtri nottambuli a dovere dormire di più, riflettere su tutto il nostro sonno perduto, e magari ripassare per bene le 10 regole del buon dormire gentilmente offerte dal Comitato organizzatore della giornata mondiale del sonno

1) Fissare orari precisi per l’addormentamento e il risveglio (più o meno...)

2. Evitare pisolini durante il giorno e comunque limitarli ad un massimo di 30-45 minuti (qui sono a posto! non ho mai sopportato la sieste pomeridiana)

3. Evitare l’assunzione di bevande alcoliche nelle 4-6 ore prima dell’addormentamento (questa mi sa che non la rispetto...)

4. Evitare l’assunzione di caffeina (caffè, tè, cioccolato e alcune bevande gasate) nelle 6 ore che precedono l’addormentamento (sennò saremmo troppo gasati per dormire)

5. Evitare l’assunzione di cibi pesanti, saporiti e dolci nelle 4 ore che precedono l’addormentamento (ecco perché vado a dormire tardi!) E’ consentita una merenda leggera prima di andare a letto.

6. Praticare regolarmente attività fisica, ma mai prima di dormire. (so cosa state pensando, ma andate al punto 10)

7. Utilizzare un letto comodo per riposare. (questo sì che è un consiglio fondamentale!)

8. Garantire una temperatura confortevole durante la notte e mantenere la camera da letto ben areata (sono d’accordo: arieggiare è la mia soluzione contro tutti i problemi)

9. Isolarsi da ogni stimolo acustico ed eliminare qualsiasi sorgente di luce (niente partner troppo luminosi)

10. Riservare il letto solo per sonno e sesso. Non usarlo come un ufficio, una stanza di lavoro o di ricreazione (e con il sesso come la mettiamo?)

Preso nota?  Bene, allora adesso non mi resta che augurarvi

Buona notte cari amici vicini e lontani.

Annunci

24 thoughts on “Un dolce dormire

  1. Ottimi consigli! Aggiungerei bere qualcosa di caldo prima di andare a letto: una tazza di latte o una tisana. E fare-per chi una vasca- un bel bagno caldo. Il corpo crolla di botto!!

  2. Io aggiungo: cercare di andare a letto con la testa sgombra da pensieri. A me aiuta più che un libro, un giochino scemo e noioso sul game boy: dopo 10 minuti mi si chiudono gli occhi da soli

    • Bene, io i consigli li seguo tutti, e infatti generalmente non ho problemi di sonno. Ho passato dei periodi duri perché mia figlia aveva scambiato il giorno per la notte (da grande, non da neonata), dormiva tutto il pomeriggio, e poi la notte studiava, svegliandomi continuamente.

      Ora le cose si sono assestate, lei dorme tranquilla in una stanza e io in un’altra, e se sta sveglia a leggere o a studiare lo fa in silenzio.

      Però, come dice Starla, e se i pensieri non se ne vanno? Io ho passato periodi di sonno difficile per questo motivo, e ricordo che si era creato un effetto domino: le cose quando sei stanca e hai sonno le affronti male, magari peggiorano pure, i pensieri aumentano, il sonno ne risente sempre di più e tutto sembra precipitare.

      Attualmente io le sere le passo allegramente a chiacchierare con un carissimo amico, capace di trasmettermi grande serenità; rido, scherzo, parlo di cose serie, dal cazzeggio ai grandi temi filosofici, dai ricordi ai progetti, insomma, a un certo punto crollo.

      Un dubbio però mi coglie: e se lui non capisse questo suo effetto terapeutico e cominciasse a temere di essere soporifero???

  3. kalojannis ha detto:

    Tranne la n.7, NON ne rispetto nessuna…
    per dire l’ultimo concorso l’ho preparato sdravaccato “sul” letto (e non “nel” per ragioni di evidente igiene) e, a volte, adoro cenare a letto.

  4. Io in teoria non rispetto la dieci, perché io no, ma mia figlia ci bivacca sul mio letto, ci mangia e ci fa i compiti, ci legge i libri e ci disegna… quando io la sera mi corico, ci trovo di tutto.

    • In effetti c’è andato per errore il commento in risposta a Starla. Mi ero “posizionata” sul suo commento solo per dire “E già, se i pensieri non se ne vanno?”, poi è venuto fuori il commentone al post, e mi sono dimenticata di cancellare la replica.

      A proposito, quasi quasi mi metto a dormire… 😉

  5. kalojannis ha detto:

    A quest’ora?
    Metti la bimba a letto e fatti un bel giretto a Trastevere…il sabato sera ci sarà questo mondo e quell’altro 🙂

  6. @ Starla: dunque… la tazza di latte può rientrare nella merenda leggera, e quindi è consentita, a patto però di diluire i pensieri nel latte caldo 😉

    @ Giulio: a me invece giochini e computer accendono l’attenzione… e dev’essere per questo che alla fine vado sempre a letto tardi 😀

    @ Ifigenia: non preoccuparti per il tuo amico sonnifero, piuttosto presentalo alle tue amiche, sono sicuro che te ne sarebbero grate 🙂
    Purtroppo quel circolo vizioso che descrivi è molto legato alla natura femminile, e alla vs. grande sensibilità (che a volte come in questo caso vi frega)

    @ Kalojannis: non rispetti nessuna delle regole del buon sonno? E il risultato qual è? Dormi poco o tanto?

  7. kalojannis ha detto:

    Dormo poco ma non riesco ad andare a letto prima dell’una (indipendentemente dall’ora di risveglio) e a rinunciare al caffé serale (con cioccolata fondente, of course).

  8. @ Kalohannis: l’una di notte… magari riuscissi a impormi di andare a letto così presto 🙂

    @ Ifigenia: ah, queste donne gelose… bisogna condividere, Ifi, condividere 😛

  9. Carinissimo questo pezzo. Non uso più la parola post perchè la trovo trovvo fredda e cruda senza un’anima e in questo devo dire che seguo l’orientamento di un altro grande blogger (quella dell’anima però è mia)

    Se io non dormo le mie 7/8 ore sono intrattabile. Comodissimo il mio letto in lattice che costa più di me, pigiama di cotone leggero e piumino caldo e avvolgente. Mai fatto un pisolino. Vado in palestra e poi mangio se no volo via ma riscaldamento acceso se no la casa per me è fredda ma sempre aria fresc prima di dormire.

    Dormire con qualcuno nel letto però potrebbe essere una nuova regola, basta che non russi, non ti rubi il piumino, non ti spenga la caldaia nel mezzo della notte, non ti svegli per fare sesso quando dormi. Un buon motivo per addormentarsi, magari abbracciati, e per svegliarsi al mattino magari un pochino prima che suoni la sveglia.

    E’ il discorso dell’acqua che mi ha ispirato bene….

    • Spiegami questa frase: “non ti spenga la caldaia quando dormi”…

      Ma con che uomini sei uscita?? 😮 E la motivazione qual’era? Braccine corte o stava morendo dal caldo (ma allora perché rubarti il piumino?)

      😀

  10. Le piacerò! Quando la padrona mi fa “Comunque non ti preoccupare, non è che te la ritrovi in stanza tua… E’ abituata a stare solo qui e qui..”
    Io: “…oh :(“

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...