Una mostruosa storia d’amore

Gracchiano i rospi, ronzano le libellule, banchettano giocose le zanzare.

Oggi ricorre la giornata mondiale delle paludi, world wetlands day, e mi sembra giusto celebrarla ricordando un capolavoro dell’horror in bianco e nero, di quelli dove il mostro è un attore con sopra un costume che ne trovi più realistici a carnevale.

Il mostro della laguna nera (Creature from the black lagoon, J. Arnold, 1954) fu un grande successo, disponibile anche in 3D, che diede origine a due sequel (che immagino imperdibili) e persino a un musical.

Sì, avete capito bene: un musical, con tanto di duetto finale tra la bella e il mostro nel più classico stile musical.

Perché il mostro della laguna nera è uno dei tanti esempi di film dove mostri o alieni si innamorano di una bella umana di solito abbastanza formosetta, diciamo una pin up, tanto per capirsi, che regolarmente viene rapita dal mostro previo doveroso svenimento.  Mi vengono in mente King Kong (mostro: scimmione), La Mummia (mostro: la mummia), La sposa del mostro (mostro: mutante) fino ai vari film di alieni innamorati di pin up, tra cui il capolavoro assoluto del genere: L’Astronave dei Mostri (La Nave de Los Monstruos, R. Gonzales, 1959) film messicano dove due belle e procaci venusiane girano per l’universo a catturare mostri per la loro collezione.  Per farci cosa, è meglio sorvolare.

Ignoro il perché del successo di questo plot, che tutto sommato ritroviamo anzitutto ne La bella e la bestia. A meno che non fosse tutto un trucco per far vedere un po’ di seno e un po’ di coscie, che negli anni cinquanta era il massimo che si potesse fare.

Ma questa spiegazione non mi convince del tutto.  Non  c’è nessuno che ne ha una migliore?

Annunci

11 thoughts on “Una mostruosa storia d’amore

  1. balibar ha detto:

    Nella palude di Okefenokee non abbiamo quel tipo di mostri.

    Ma neanche così tanto silicone come le paracadutiste danesi. 😕

  2. Ehy, ha ragione la Presidente, ma che spot pubblicitario è?
    E comunque qui si sta andando fuori tema! Se a qualcuno interessano le paracadutiste in topless, basta che vada all’annuale raduno a East London, che non è un quartiere di Londra, ma un’amena cittadina del Sudafrica

    Io preferisco farmi un giro a Okefenokee, quanto Balibar mi spiegherà dove si trova

  3. citazione per i cinefili in ascolto: in QUANDO LA MOGLIE E’ IN VACANZA, Marilina Monrò va al cinema col vicino “polipone” e vedono proprio IL MOSTRO DELLA LAGUNA NERA; Marilina esprime tenerezza per il mostracchione “povero e solo nella laguna”; poi passa la metropolitana e la gonna si solleva….

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...