Suggestioni

Il 4 gennaio si celebrano diverse cose, dal Trivia Day (ma forte è il sospetto di una manovra commerciale) all’Humiliation Day (che pure sarebbe stato un tema interessante da approfondire, ma non ho capito se è una festa religiosa o sadomasochista).  Tuttavia, c’è una sola e unica giornata mondiale, che tra l’altro in Pennsylvania è una festività riconosciuta: la Giornata Mondiale dell’Ipnotismo.

Ipnotismo, ipnosi e mesmerismo però non vanno più di moda, sono relegati in soffitta un po’ come l’Esperanto, di cui avevo parlato qualche tempo fa.  Sanno troppo di XIX secolo, di prestigiatori in frac con assistente in body di strass e bizzarre nobildonne russe traferitesi a Parigi.

L’ipnotismo ha perso punti rispetto ad altre facoltà soprannaturali come telepatia o telecinesi, molto probabilmente perchè l’ipnosi è un fenomeno reale, scientificamente dimostrato, mentre le altre due sono fantasie inattendibili, e quindi naturalmente hanno più successo, secondo la nota teoria economica (ma applicabile ad ogni comportamento umano) per cui la moneta cattiva scaccia quella buona.

Anche nel cinema l’ipnotismo è relegato ai margini, Obi Wan Kenobi ne faceva sfoggio solo nel primo Guerre Stellari, in quelli dopo i cavalieri Jedi preferiscono tirarti dietro il motore di un’astronave; tuttavia ne Lo scorpione di Giada (The Curse of the Jade Scorpion, Woody Allen, 2001) i due protagonisti vengono ipnotizzati, e tra le conseguenze dell’ipnosi c’è il cortese rifiuto del personaggio di Woody Allen alle ambigue profferte di Charlize Theron.

Il trucco ipnotico dovrebbe essere veramente molto efficace, ma non c’è che dire: il prontuario di frasi fatte utilizzate da Woody Allen per dire no a Charlize Theron è davvero esilarante. Mi riprometto di fare altrettanto, non appena mi troverò nella medesima situazione (a meno che non preferisca approfittarne, ovvio).

Secondo alcune serie teorie cospirazioniste (serie come teorie cospirazioniste, ovvio), i gatti possiederebbero raffinate capacità ipnotiche, che utilizzeranno nel 2012, quando scatterà il Grande Piano Felino per la Conquista del Mondo.

In previsione di questo evento, che comunque mi vede tranquillo perché nel Nuovo Ordine Felino godrò di numerose raccomandazioni, ieri riflettevo sul fatto che tra noi e i felini ci sono alcune difficoltà di comprensione.

Uno dei miei gatti infatti insisteva nel stare in mezzo tra me e il libro che stavo leggendo, il che mi ha portato a riflettere sul fatto che oggettivamente può essere molto complicato spiegare a un gatto cosa vuol dire leggere, perché bisognerebbe fargli capire 1) il fatto che quei segni su un foglio rappresentano una modalità di comunicazione 2) che noi esseri umani siamo interessati anche a forme di comunicazione non strettamente collegate a nostri bisogni immediati.  Forse un gatto potrebbe capire il senso di un foglio con sopra scritto “voglio fare l’amore con te ora” , ma difficilmente comprenderebbe il senso di 376 pagine in cui si racconta di due che si amano e forse proprio alla fine del film faranno l’amore uno con l’altra (per ora siamo a 268 pagine e ancora niente).

D’altronde nemmeno il gatto riuscirebbe a spiegare a me come fare a rimanere in uno stato di assoluta rilassatezza senza dormire, rimanendo semplicemente distesi a contemplare il passare del tempo.

Ecco, mi dovrebbe ipnotizzare, forse, ma temo che questa sia un’abilità che i gatti non possiedono e, se anche la possedessero, non ce lo vanno certo a dire a noi.  Non ancora, perlomeno.

Non ancora…

Annunci

13 pensieri su “Suggestioni

  1. “il Grande Piano Felino per la Conquista del Mondo” mi mancava ancora… 😀

    Comunque devo dire che sono sempre stato molto scettico sull’ipnotismo in quanto credo che sia praticamente impossibile ipnotizzare qualcuno contro la sua volontà. E se uno vuol’essere ipnotizzato, beh… allora non vale 🙂

    Anche perchè se fosse facile ipnotizzare lo sai quanti furti o abusi di qualsiasi genere verrebbero perpetrati?

  2. anche la mia gatta ogni tanto mi guarda impassibile e sono sicuro che sta pensando :”che ha questo scemo di guardarmi così?”
    Io non credo nell’ipnotismo. Non esiste. esiste solo la capacità di abbindolare,mettere in confusione, creare agitazione. Tutti quelli che vengono derubati dicono così, “sono stato ipnotizzato”. In realtà ci sono cascati come polli.

  3. @ Giulio & Pani: Non è che io in generale sia poco scettico, anzi, chi segue con attenzione il mio blog (2 o 3 ci sono) sa che uno dei miei bersagli ironici preferiti è il cospirazionismo, però sull’ipnosi qualche prova scientifica pare che ci sia…
    Che dire, magari per capire qual’è la verità bisognerebbe organizzare un confronto tra Roberto Giacobbo e Piero Angela, potrebbero organizzarlo su Rai Tre, che è campo neutro, arbitri Floris o la Annunziata 😀

    • Non dico di non crederci a priori, anzi, come dici tu, fra tutte le cose strane è l’unica che ha delle prove scientifiche. Credo però che, affinchè funzioni (tipo per recuperare ricordi rimossi o cose simili) serva una certa collaborazione da parte del soggetto da ipnotizzare. Poi ci sono gli spettacoli in TV – teatro e lì ho molti dubbi sull’onestà dei partecipanti. Anche se ricordo ancora che ai tempi di Jucas Casella s’era sparsa la notizia di qualche persona rimasta con le dita intrecciate davanti alla TV 😀

      • Beh, diciamo pure che le esibizioni domenicali di Giucas Casella hanno decisamente tolto credibilità all’ipnosi nel nostro paese.

        Ma, ripeto, rimandiamo ogni valutazione al confronto-dibattito Giacobbo-Angela 🙂

  4. lagiraffa ha detto:

    Vada per il nuovo ordine felino, rilassato, democratico, vagamente lascivo, ma graffiante all’occorrenza, credo che il tuo gatto mi abbia ipnotizzato 😀

  5. “…..rimanere in uno stato di assoluta rilassatezza senza dormire, rimanendo semplicemente distesi a contemplare il passare del tempo….”

    E’ vero, strizzano gli occhi e se ne rimangono così per ore, sono autentici maestri di meditazione!

    Auguri per un 2010 piu’ felino che mai!!! 😉 I’m back!!! 😀

  6. @ Starla: e sappi che dietro c’è un lungo lavorìo di preparazione, e altre 79 foto venute male …

    @ Giraffa: no, forse è che le alternative umane sono così deprimente che forse veramente ci guadagneremmo a venire colonizzati dai mici

    @ Presidente: ma guarda chi si rivede, uscita dal letargo?

    I gatti, vedi, non vanno in letargo, in inverno si limitano ad aumentare le ore di dormiveglia da 18 a 22,5 al giorno 😉

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...