Ode al preservativo

A qualcuno la cosa potrà non piacere, ma, subito dopo la castità assoluta (grazie, ma non mi interessa) il preservativo resta la migliore protezione contro il contagio dell’AIDS, malattia di cui oggi ricorre la giornata mondiale.  Una giornata mondiale di quelle serie, insomma.

Giusto dedicarla al preservativo, un amico di lattice che molti se non tutti hanno prima o poi incontrato nella propria vita.  Perché, per l’appunto, il preservativo protegge dall’AIDS ma anche dalle altre malattie sessualmente trasmesse, previene gravidanze indesiderate ed evita che l’atto possa considerarsi un vero e proprio tradimento. Questo, almeno, stando alle  tesi del filosofo e psicanalista americano Bryan Betterlater,  secondo cui il bacio o l’atto sessuale usando il preservativo non possono considerarsi un vero e proprio tradimento, ma al limite una forma avanzata di flirt.

Quanto all’AIDS, voglio spendere qualche parola sul problema dell’origine di questa malattia, ancora avvolta nel mistero e quindi oggetto di svariate leggende metropolitane; dal lato complottista fin da subito c’era stato chi aveva pensato che il virus fosse stato creato in laboratorio allo scopo deliberato di colpire soggetti malvoluti dal governo (americano?), come gay, prostitute e persone di colore, mentre dal lato più granguignolesco si era sparsa la voce che il virus fosse stato trasmesso dalle scimmie all’uomo per colpa del rapporto sessuale di un uomo (dai gusti non molto difficili) con uno scimpanzé, mentre la solita caccia all’untore aveva portato all’individuazione del colpevole del contagio in uno steward canadese gay.

Le prime due teorie sono classici esempi di leggende metropolitane, soprattutto la seconda; ma più recentemente un giornalista inglese aveva ipotizzato una teoria che dev’essere molto piaciuta a tutti i teorici della grande cospirazione mondiale, ovvero che il virus si sia diffuso per colpa di un vaccino contro la poliomelite, che negli anni cinquanta era stato coltivato su tessuto di scimmie contagiate dal virus.

La teoria, che pur aveva una sua base scientifica, è stata però smentita dalle verifiche, anche se dubito che i teorici della cospirazione si arrenderanno di fronte a elementi semplicistiche come le prove scientifiche

Annunci

25 thoughts on “Ode al preservativo

  1. gmdb ha detto:

    Al fatto che un rapporto con preservativo non possa considerarsi tradimento mi sa che ci crede solo Bryan Betterlater (il quale, sono sicuro, non sarà sposato) 🙂
    Comunque ricordo ancora la prima volta che ho sentito parlare di AIDS: avrò avuto circa 16-17 anni ed un mio amico che faceva la scuola per infermieri mi raccontava di questa nuova sindrome molto pericolosa. Chi avrebbe mai pensato quella volta come si sarebbe estesa nel giro di pochissimi anni… 😦

  2. Io ne ho sentito parlare in un servizio su L’Espresso che leggevano i miei, che però in quegli anni ne sparava una alla settimana per cui ricordo di aver letto il servizio e di avere concluso che era la solita esagerazione giornalistica…

    Magari…

  3. Censurare perché?

    Ma se oggi alle 21.00 su Sky c’era la fiction su Moana che sembrava un porno soft 😀

    Questo video invece è molto carino e spiritoso, e l’ironia non è mai volgare.

    E se qualcuno la pensa diversamente, chissenefrega, il blog è mio e lo gestisco io

  4. !) Non puoi prometterci un’ode al preservativo e poi pubblicare un testo in prosa!

    Ode, ode, ode!

    Tipo

    “O caro preservativo,
    tu che mi mantieni vivo,
    e che non mi fai procreare,
    se il padre non son pronto a fare
    ….
    ” 😉

    Col preservativo non è un vero tradimento? Certo, infatti io poi col preservativo ce lo strozzo, che non è un vero strangolamento!

  5. balibar ha detto:

    Grazie Romaguido per la risposta.
    Avevo visto quel video sui canali francesi e forse l’ho anche registrato.

    Ora è chiaro. Già mi vedevo di metterlo “on the tongue”. 🙂

  6. @ balibar 😆 (non aggiungo altro perchè in queste cose è facilissomo scivolare ;-)).

    @ Fra’ Puccino
    Ancora oggi si fa molta confusione tra sentimenti, intimità, prevenzione delle nascite, prevenzione delle malattie sessualmente trasmesse; da qui, probabilmente, certe affermazioni a dir poco discutibili.
    Il fedifrago le studia tutte pur di giustificarsi, ma di fronte al tradimento, condom o non condom, non c’é scusa che tenga (io almeno la penso così). Poi si può anche perdonare, ma questo è tutto un altro discorso.

  7. kalojannis ha detto:

    Il rapporto sessuale (scritto, orale, o limitato al bacio) con o senza preservativo per me è tradimento.
    Se poi il rapporto fedifrago avviene senza preservativo, per me è “tentato omicidio”.
    Non scherzo.

    • E anche su questo siamo allineati. Sai quante/i hanno scoperto del tradimento del partner dalle analisi del sangue? Senza parlare di altri “regalini” assai poco piacevoli, anche quando non letali, v. condilomi e una serie d’altre schifezze.

      Nel mio post di oggi parlo proprio del comandamento “Non commettere adulterio”, e punto anche sulla questione igienica, che non è per niente secondaria.

      • kalojannis ha detto:

        Non lo so. Penso che giuridicamente la situazione sia un po’ più complessa, stante la difficoltà di provare il dolo… salvo inquadrare la fattispecie nei reati colposi.
        Mi fermo qui perché non vorrei essere ripreso da qualche giurista…

      • Beh, qualunque cosa dica la legge, da un punto di vista morale sicuramente l’omicidio è volontario. E’ come se uno si mette alla guida ubriaco e drogato e va a 200 km/h: vogliamo dire che non è colpa sua se ci scappa il morto?

        Non aveva intenzione di uccidere? Potremmo al massimo invocare l’infermità mentale, perché uno che guida in quelle condizioni, come uno che se ne va a destra e a manca (ma anche solo a destra o solo a manca) senza alcuna precauzione, è un caso se non fa danni, non se li fa: che li faccia, è praticamente una certezza.

  8. @ Diemme n. 1: ma lo spot che ho pubblicato è già pura poesia, basterebbe solo lo guardo della fidanzatina al fidanzatino, o l’inquadratura casuale di lei ancora bambina (2-3 anni prima?)

    @ Balibar: non si dicono queste cose!!

    @ Ro.ma: ahaha, ma mica parlavo seriamente, comunque, eh, me lo vorrei proprio vedere quello che legge il mio post e spiega alla moglie che siccome ha usato il preservativo non è tradimento 😀

  9. @ Kalojannis: ma tentato omicidio, di chi, della fidanzata fedifraga? Nel senso che sei per ripristinare il delitto d’onore? 😀

    @ Diemme 2: per fortuna non so cosa siano i condilomi… e non lo voglio nemmeno sapere

    @ Diemme 3: ehy, ma ora andiamo proprio fuori tema… Ma vedi, il problema del nostro paese è che ci sono troppi reati, e alla fine questo porta tanta impunità.
    Se ci fossero meni leggi, ma applicate con rigore e severità. Ma non all’adulterio, eh! Adulterio libero!!

    @ Giulio: non sai quante, e da sempre; una volta all’università, facendo una ricerca storica, mi sono imbattuto in raccolte di sentenze dell’800, subito dopo le guerre napoleoniche, e la metà riguardava figli non riconosciuti o illegittimi… Tanto per avere conferma che dalle nostre parti eravamo molto “moderni”, già quella volta ;D

  10. P.S. Non mi riferivo certo alle tue affermazioni ;-).
    I traditori, in genere, hanno una fantasia molto fervida, alcuni soggetti rasentano, o addirittura raggiungono, in fatto di sesso, la maniacalità ed i mass media diffondono idee più o meno opinabili; a tutto questo aggiungi l’ignoranza dei più giovani (ma non è poi detto che si tratti solo di giovani)…
    Insomma, il quadro generale non è per niente edificante e la situazione rischia di precipitare ogni giorno di più:
    http://www.lila.it/doc/com%20stampa%202009%20pdf/com%20stampa%201%20dic%20giornata%2029%2011%2009.pdf

  11. Sì, il quadro è quello che è, ma tutto sommato niente di nuovo sotto il sole: i tradimenti ci sono sempre stati e anche le malattie sessualmente trasmesse…
    D’altronde, il sesso è o non è il motore della società?

  12. Beh, sì, diciamo che è uno dei motori del Mondo, ma senza dubbio quello più potente perchè legato alla nostra parte più istintuale e animale.

    Certo che i tuoi punti di sospensione lasciano una certa curiosità. Vorrebbe dire che…?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...