Lord Sandwich

Awa14__Evil_Sandwich___O_doom_by_lydia2693

Il 3 novembre il Mondo onora il sandwich, due fette di pane a contenere quello che preferite: prosciutto e formaggio prima di tutto, con le loro mille varianti, ma anche lattuga, porchetta, funghi, salsa rosa, speck, gamberetti, tonno, rucola…

Il sandwich ha una storia gloriosa: lo inventa nel 1762 John Montagu, IV conte di Sandwich, e uomo molto occupato che pensò di risparmiare del tempo sui pasti facendosi preparare un bel sandwich; e stando alla sua biografia il primo sandwich consistette di una bistecca di manzo tra due fette di pane tostato.

Lord Sandwich, grande statista britannico, non passò quindi alla storia per il trattato che pose fine alla guerra di successione austriaca, ma  per avere inventato il sandwich.

Curioso destino, che lo accomuna però a tanti personaggi, il cui nome proprio è diventato il nome della loro invenzione o scoperta.

Imperitura rimarrà la fama del barone torinese Marcel Bic e del suo acerrimo rivale Laszlo Biro, di J. T. Brudenell conte di Cardigan, dell’architetto francese Francois Mansard, dell’industriale americano George Pullman, del marchese francese Louis de Bechamel fino al misconosciuto Jebediah Webcam, di cui non si sa più nulla dopo il fallimento della sua azienda ai tempi della prima bolla di internet.

Come per Webcam, la fama di tutti questi uomini sopravviverà alla loro vita terrena, e li ricorderemo ogni volta che prenderemo un Pullman, scriveremo con una Bic, useremo una Webcam o mangeremo un Sandwich.

Annunci

13 thoughts on “Lord Sandwich

  1. È proprio vero che non si finisce mai di imparare… 😛 webcam mi mancava lo ammetto 😀

    Sai che mi aspettavo di leggere quale fosse il tuo Sandwich preferito?? oppure una domanda rivolta a noi blogger… “qual’è il vostro sandwich preferito?”
    :mrgreen:

    però ora che ci penso.. oggi non ho onorato la giornata!! corro a farmi un sandwich 😛

  2. Che dici, non è carino se invece di fare un commento sensato e intelligente sul tuo post dico che sono tutti uno più intrigante dell’altro, e che ne aspetto sempre con ansia l’uscita?

    Bello averti scoperto! (Oops, forse è stato il contrario!)

    Allora, bello che tu mi abbia scoperto affinché io potessi a mia volta scoprirti (Oops, messa così è imbarazzante!)

    Va bè, insomma, hai capito, non finire mai di nutrire la nostra mente e la nostra vivace curiosità! 😉

  3. @ Giulio: guarda che Jebediah Webcam è realmente esistito, c’è anche su wikipedia, ma devi cercare in lingua giapponese, purtroppo i redattori italiani non hanno ancora provveduto…

    @ Perlina: ma lo sai che ci avevo proprio pensato, ma poi mi sono detto che ogni volta faccio ‘sto giochino del a-me-piace-così-e-a-voi che ho rinunciato.
    Però… a me piacciono molto i sandwich semplici e tradizionali, crudo e formaggio, magari con il brie, anche se da bimbo stravedevo per il panino con la cotoletta di pollo, specie se mangiato durante la pausa di un’escursione in montagna

    @ Diemme: imbarazzante? E perché mai? Forse per i lettori che non apprezzano l’incensarci a vicenda 😀

  4. Oltre a Jebediah Webcam, la wikipedia giapponese (che io però leggo solo nella versione khmer), riporta anche di John Tampax , industriale texano degli anni ’70, e del nostrano Gian Mario Enel, fondatore insieme a Enrico Mattei del primo consorzio nazionale per l’energia elettrica.

  5. A proposito di John Tampax, ricordo una battuta del principe Carlo, che conversando con la sua amata Camilla le disse di ammirare molto l’industriale texano e che avrebbe voluto… Ehm, la Commissione Netiquette del blog mi impone di non continuare, ma potete bene immaginare il seguito

  6. Sandwich Macillotta’s:

    salsa tonnata sopra e sotto, e in mezzo:

    speck
    rucola
    fontina
    fette di pomodoro
    basilico
    cipolla
    pasta d’olive
    (sale q.b.)

    Da degustare preferibilmente con vista mare, si accompagna perfettamente ad un bianco non troppo strutturato e ad un amante dotato di brillante conversazione.

  7. Non v’è un po’ troppa roba, scusa?

    Io toglierei almeno:
    la salsa tonnata
    la pasta d’olive
    la brillante conversazione

    Bianco, va bene un traminer, oppure un ribolla giallo? O sono troppo strutturati?

  8. @presidente: e riesci a mangiarlo senza far strabordare tutto il ben di Dio che c’e’ dentro? Compliments!!!

    @Fra’ Puccino: anch’io ignoravo l’esistenza di Mr Webcam! Very very interesting (aspettero’ che esca almeno la voce su wikipedia in inglese, perche’ su una pagina scritta in giapponese proprio non saprei da dove cominciare a leggere …)

  9. Se non ricordo male, i sandwich dovevano servire ai gentiluomini, fumatori rigorosamente in smoking (senza dubbio un bell’abito da “lavoro”! ;-)), per tacitare i morsi della fame senza dover stoppare i loro giochi di carte. Fossero stati più virtuosi a quest’ora forse saremmoancora al pane con la frittatina (puah!).
    Intanto all’elenco dinomi famosi aggiungerei Ottone Bismark, sui cui gusti permettetemi di nutrire qualche dubbio: pur essendo tendenzialmente carnivora e amante delle proteine, la sua famosa bistecca non mi alletta punto 😆 Tuttavia ora mi viene un dubbio: che fosse un antesignano delle diete iperproteiche oggi tanto in voga tra atleti e aspiranti silfidi?
    Quanto alle dichiarazioni di Carlo, beh, ognuno ha le aspirazioni che merita! 😆

  10. @ Rosigna: eh, ma sarà difficile che la pagina su Jeb Webcam esca fuori in inglese, moooolto difficile 😀

    @ Valentina: già, può fare spavento… pensa al povero imperatore Vespasiano 😀

    @ Ro.ma: non sapevo che esistesse questa bistecca alla Bismark, io conoscevo solo la preferita del Barone von Wienerschnitzel 😀

    Troppi 😀 nel mio controcommento?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...