Gagliardamente rock

Il 31 ottobre del 1517  Martin Lutero  affisse sulla porta della cattedrale di Wittemberg le famose 95 testi di critica alla teologia ufficiale.  Iniziava così la Riforma protestante.

Per questo oggi i protestanti di tutto il mondo festeggiano la Giornata della Riforma, che Scientificamente Dimostrato celebra con la versione rock di Solid RockUna forte rocca, l’Inno preferito da Lutero.

Il video è tratto da un concerto del gruppo inglese dei Delirious! (punto esclamativo incluso), che fanno parte di un fenomeno che in Italia è praticamente sconosciuto, quello del rock cristiano, o christian rock.  E bisogna dire che Solid rock si presta davvero molto bene a questa commistione di musica e religione:

There’s a rock that doesn’t move,
It hasn’t moved, it will never move,
Even though the waves come crashing down.
There’s a tower on a hill, its always strong,
It will never shake,
It was standing there before the world began.
There’s a wave that’s coming in,
Washing over this town, it will make or break us, reinvent us,
It’s time to lay me down.

I Delirious! sono solo uno dei gruppi di questo tipo, ne fanno parte anche artisti abbastanza famosi, come i P.O.D. di Youth of a Nation, che sono anche un passo avanti perché sono persino christian metal, come pure l’italiano Frate Metallo, un frate vero che tra l’altro si è esibito anche ai Gods of Metal con una canzone di cui l’unica parola che si capisce è “sesso” (ripetuta un centinaio di volte).

Questo tipo di musica è nato in America, ed è molto diffuso negli ambienti protestanti fondamentalisti, lontani anni luce dalla mia sensibilità religiosa e dal protestantesimo tradizionale e anche più da quello italiano, che nella Chiesa Valdese (però confesso che sono di parte) porta avanti concezioni etiche e morali ben più laiche della gran parte dei partiti politici italiani.

Tuttavia, come direbbe un americano, christian rock rocks, mi piace questa musica rock senza sconti, ma con testi che parlano di religione e cristianesimo.

Il prossimo matrimonio voglio gli Inni in versione rock oppure nu metal, speriamo di trovare una chiesa che abbia abbastanza spazio e un pastore abbastanza open-minded.

Anche perché, come s’intitola la prima canzone di rock cristiano, why should the Devil have all the good music? Che i satanisti si ascoltino i neomelodici napoletani, il rock  e il metal ce li teniamo noi!

Annunci

22 pensieri su “Gagliardamente rock

  1. i Delirious! mi mancavano… mai sentiti… e devo dire che non mi dispiacciono….
    ma chissà perché a tratti mi è venuto in mente Robbie Williams… o.0 dimmi FraP sono malata o anche a te è venuto in mente??

    Frate Metallo… la prima volta che ho sentito parlare di lui al telegiornale sono rimasta un po’ sconcertata.. non me lo sarei mai aspettata 😀 ma poi ci si fa l’abitudine e ora non suscita più poi tanto clamore 😛

    Beh ma scusa la sfacciataggine… ma mi inviti al tuo futuro matrimonio:D sai mi piacerebbe sentire la “compilations” di brani nu metal ecc ecc che sceglierai… hahahahaha

  2. Ro.ma., non è solo il numero di lettori a inorgoglirmi, ma il loro altissimo livello… questo video straordinario va condiviso, anche perché è un matrimonio protestante, come si vede dalla Chiesa e soprattutto dalla pastora donna 🙂

  3. Wow…bravi!…Non li conoscevo!Ecco un’ottima fonte d’informazione musicale.é da un pò che cerco di trovare qualche gruppo non popolarissimo!Grazie Fra!…Buona domenica 🙂

  4. balibar ha detto:

    @Alfonso ma tu ricordi i palchetti nelle chiese con la batteria e le chitarre elettriche?
    Non credo che quest’uso sia continuato.

    Che strano ripensarci.

    Ps Nei prossimi giorni ti manderò una e-mail se l’indirizzo sul blog è valido.

    Scusa FraPuccino per l’OT

  5. E qui faccio la saputella! In realtà Lutero non affisse proprio niente, come facevano a starci 95 tesi di centinaia di pagine in latino sulle porte della cattedrale? Quanto grande avrebbe dovuto essere?? Ma ti perdono(eheheh) perchè questo è un falso storico riportato da tantissimi libri di storia sia al liceo sia all’università. Per fortuna Balboni, grandissimo storico e mio prof all’università, mi ha aperto gli occhi. La verità è così banale: come cavolo facevano a starci??? Ma a chi sarebbe venuto in mente? Un pò come l’uovo di colombo

  6. @ Kimi & Balibar: anche a me è piaciuto il matrimonio con entrata danzante, di averne amiche così, anche se le damigelle (soprattutto le prime 2) erano molto meglio della sposa 😀

    @ Pres: cappio coniugale? Ma guarda che il matrimonio (se funziona) è una figata, e se te lo dice uno che sta divorziando!! ;D

    @ Liviana: per il primo matrimonio va bene l’arpa, per il secondo la chitarra elettrica, per il terzo facciamo in Municipio che si risparmia, e la musica con l’ipod e le cuffiette

    @ Starla: magari ogni foglietto era appeso sopra l’altro, o magari la porta della cattedrale era moooooolto grande, o magari ha ragione la Pres e forse Luther scriveva così
    “cmq nn è vero ke le ind sono ok xché lo dice Papa”

    Miguel: ma dai, hai un passato da musicista, ma allora alla prossima festa su Bananas vogliamo vederti, anzi sentirti, all’opera!!
    😀

    • Sacrosanto. Il matrimonio, se funziona, è una gran figata. E, incredibile dictu, dà una sensazione di grande libertà.

      E invece liberarsene può creare senso di solitudine, oppressione, angoscia…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...