Con le mie due mani

Oggi è il compleanno di Nelson Mandela, e il mondo festeggia l’International Mandela Day, con lo slogan Make an imprint, lascia un’impronta.

La storia di Nelson Mandela è straordinaria.   La canzone del video, pur abbastanza smielata, è orecchiabile.   Ma possiamo davvero cambiare il mondo con le nostre mani?

Lo so che sembra il titolo di un tema dell’ora di religione, o per la discussione di un gruppo giovani (di quale organizzazione, poco importa, i gruppi giovani sono tutti eguali).    Ma il tema non l’ho scelto io, l’ha scelto Nelson Mandela…  prendetevela con lui, che è un vecchietto di novant’anni, se avete coraggio.

Non so se possiamo cambiare il mondo con le nostre due mani, forse se spingiamo tutti insieme magari la direzione possiamo provare un po’ a cambiarla.  Di sicuro, però, ogni nostra azione ha una conseguenza.    Ricordate quel detto, secondo cui un battito delle ali di una farfalla a Londra può causare un uragano nelle Antille?

Beh, se questo è vero per il battito di ali di una farfalla, non può essere vero per le nostre azioni?

Noi a volte diciamo una parola, facciamo un gesto, e magari per noi è qualcosa di insignificante, ma quella piccola azione magari influenza un’altra persona, che fa a sua volta qualcosa, e qual qualcosa magari diventa importante per qualcun altro ancora.   Ogni nostra, singola, piccola azione può avere conseguenze gigantesche, sulla vita delle altre persone.

Purtroppo non c’è nulla da fare, la vita e il destino sono imprevedibili.   Forse bisognerebbe riflettere bene prima di parlare o agire, ma come si fa?    Non è facile, specie se si ha una natura impulsiva…  Forse dovremmo provare almeno a pensare agli altri prima di aprire la bocca, scrivere qualcosa su una tastiera, o fare qualunque altra cosa.  Non dico di riuscirci, ma quantomeno proviamoci, è già un passo avanti.

L’evento clou del Mandela Day è il concerto che si terrà alle 8 p.m. (a mezzanotte ora italiana) di questa sera a New York, con Alicia Keys, Aretha Franklin, Carla Bruni e bel rentreè di artisti anni ’80 come Cindy Lauper e Stevie Wonder.

Stasera, dopo le 21.30, sull’isola di Bananas, a questo indirizzo, si terrà invece l’Evento patrocinato da questo blog in collaborazione con Bananas’s Republik, cui non ho invitato Shirley Manson dei Garbage e la nuova promessa del sinth-rock La Roux.    Non mi hanno ancora confermato la loro presenza, ma nel caso avessero altri impegni, saranno presenti in spirito attraverso le loro canzoni.

Annunci

9 thoughts on “Con le mie due mani

  1. Fra, credo che tu abbia indicato un link errato a “questo indirizzo”: mi aspettavo il link a Marcy, invece è sempre il video di youtube.

    Bando alle ciance, torniamo a noi: possiamo cambiare il mondo con le nostre due due mani? Sicuramente, proprio per “the butterfly effect” da te citato, ogni giorno ognuno di noi cambia il mondo, in un senso o nell’altro: le persone, i destini, si incrociano continuamente e in modo assolutamente incredibile, a volte persino invisibile.

    Una volta, parlando con una mia amica, dissi una cosa che lei percepì come illuminazione, e mi dice che le accese quella lampadina che le cambiò la vita. Non ti dico la frase perché un giorno o l’altro ci farò un post, ma era una di quelle che sparo ogni giorno in quantità industriale, e che certo mai mi sarei ricordata di aver pronunciato, se lei non me ne avesse raccontato l’esito.

    A volte non solo un gesto, ma anche una parola può cambiare il corso degli eventi (sempre in bene o in male).

    Ciò premesso, possiamo rendere il mondo un posto paradisiaco con le nostre due mani? Decisamente no, ma certo possiamo, e dobbiamo, migliorarlo: il che, se permettete, non è mica poco!

  2. Diemme: grazie per la segnalazione, ho corretto subito il link… Spero di vedere anche il tuo avatar sull’isola, stasera, cmq, eh?

    La storia che racconti è proprio emblematica di quello che volevo dire io. Una parola certe volte può fare molto; ma bisogna stare attenti, perché può avere effetti positivi come negativi.

    E guarda che è il post di oggi per me è anche un po’ un’autocritica, una confessione di peccato, perchè a volte mi piace giocare, senza dare importanza alle cose, ma quello che per me è un gioco magari può fare soffrire qualcuno

  3. Dovrei esserci, ma non sono sicura al cento per cento.

    Devo fare due commissioni un po’ lontano da qui, capace che qualcuno insista per trattenermi a cena; se mia figlia mi avrà seguito, potrò accettare, ma se insiste per restare a casa dovrò fare come Cenerentola, anzi peggio, perché dovrò rincasare molto, ma molto prima della mezzanotte: il che però, stasera, verrebbe bene 😉

  4. sancla ha detto:

    Magari è anche vero che il risultato delle nostre azioni è piccolissimo, ma se non facciamo nulla il risultato non c’è proprio. Allora anche con una mano sola.
    🙂

  5. a77 ha detto:

    Hai detto una piccola grande verità: noi influenziamo le persone che abbiamo intorno e loro influenzano noi.
    Se questo serve a cambiare il mondo non lo so. Forse sono piuttosto pessimista per crederci 😉

  6. @ Diemme: ma guarda che ti aspettiamo, anche se arrivi tardi, come può esserci un blogger party senza Diemme?

    @ 1,2,3 stella: sì, sì, l’ho visitato il ragazzo cappuccino, ma dire che non si confonde con me… Piuttosto c’è un altro blog che ha il mio vero nome di battesimo, e pure una vaga somiglianza nella foto del nick, secondo me se uno mette il mio vero nome (molto raro) in google e la parola blog viene fuori il suo 😦
    Quanto a te, ahi ahi ahi, solo da queste parti si vede molto spesso stellasolitaria e ogni tanto anche estrellia14… Mi sa che ci sono troppe stelle nel cielo di internet, eh? Ma siccome siete tutte simpatiche, va bene lo stesso, FORSE vi perdoniamo

    @ sancla: applauso; sottoscrivo al 100%

    @ a77: ogni persona che influenzi può influenzare un’altra e così via; il problema è che l’influenza può essere positiva o negativa, e che a volte anche un atto d’amore può fare molto male, ad esempio, ad una terza persona… Ma siamo ancora troppo giovani per essere pessimisti, dai!! ;D

  7. nei nomignoli dati affettuosamente dai miei blog_amici il mio nick è modificato, ma in realtà io sono 1,2,3stella (conosci i bandabardò?), nacqui così – prima come blog_lettrice- ma al momento di varare il mio blogghino a kataweb non garbavano i numeri.. in quanto ai miei omonimi, ce n’è un’altra che già avevo notata gironzolando nel web ma -al rientro da mia assenza per colpa di alice – l’ho scoperta nel giardino accanto http://stella-ilbeneinnoi.blogspot.com/

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...