Una figuraccia mondiale

Oggi è uno di quei pochi giorni all’anno dove non si celebra nulla.  Non è la giornata mondiale di niente.  Ma in compenso è la giornata di una figuraccia mondiale, quella dell’ormai famoso video in cui è stato immortalato Matteo Salvini, esponente di primo piano della Lega Nord,  e che Giraffa sul suo blog ha prontamente segnalato (brava, sei sempre sulla notizia):

Il mio suggerimento è di guardare il video togliendo l’audio sostituendolo con qualcosa di meglio (io suggerisco Human dei The Killers), così si notano i particolari.

Particolare n. 1: la maglietta, con la scritta “meglio rum che rom“;

Particolare n. 2: il boccale da birra in plastica tenuto in mano nella classica posa da sfigato in discoteca (quello che non balla ma sta tutto il tempo a guardare le tipe)

Particolare n. 3: al minuto 0.19, sulla destra, la materializzazione di Adolf Hitler (un po’ come Satana nel fumo dell’11 settembre)

Particolare n. 4: la ragazza (pure carina, per giunta) che filma il tutto con il telefonino, tanto per non privarsi di un ricordo tanto prezioso

Questa scena rappresenta probabilmente il livello più basso in cui è arrivata la politica italiana.  Lo zero assoluto dell’immagine della nostra classe politica, ma anche del nostro paese, perché oggi la notizia ha fatto (com’era inevitabile) il giro del mondo.

Un lancio dell’associated press, ripreso dai giornali di tutto il mondo, dal Chicago Tribune all’India Times scrive infatti:

An Italian lawmaker in Premier Silvio Berlusconi’s coalition has resigned after being filmed singing a racist chant about Naples and its residents.
Matteo Salvini, a member of the often xenophobic, anti-immigrant Northern League party, resigned his seat in the lower chamber of Parliament on Tuesday. He denied the decision was connected to the scandal.

L‘associated press riporta anche la giustificazione di Salvini, secondo cui era solo un coro da stadio.

E allora?  Che giustificazione è?  E’ come se uno prende a pugni il primo che passa per strada e poi si giustifica: “Eh, era solo una cosa da bullo”…

Vogliamo finalmente dirlo che i cori da stadio molto spesso sono volgari, maschilisti, razzisti se non qualche volta apertamente fascisti?

Annunci

39 pensieri su “Una figuraccia mondiale

  1. Ciao Fra. Appoggio in pieno ciò che hai scritto…quando ho visto il video mi sono vergognata per lui..per non parlare delle giustificazioni che ha trovato per cercare di smorzare le polemiche!! Ormai la prima cosa che faccio, appena sento delle figuracce plateali di qualche politico, è di sintonizzarmi sui canali d’informazione esteri e vedere che dicono..purtroppo provo sempre la stessa mortificazione!! Vogliamo parlare della notizia del The Guardian..sono preoccupati perchè l’Italia da gennaio guiderà l’Europa?? Ci vogliono spodestare!!!…e poi ci chiediamo perchè all’ estero dicono queste cose…guarda cosa fanno i politici italiani!! Scusami lo sfogo un po’ politicizzato….
    Un saluto
    Francina

  2. Mi voglio fare malissimo..li seguo tutti, anche la carta stampata e ogni volta è una tortura…quando un certo presidente del consiglio a fatto “cuccù” alla Merkel volevo chiamare le redazioni d’oltreoceano per scusarmi in quanto cittadina italiana poi però ho pensato alla bolletta telefonica e forse non ne valeva la pena….
    Cmq hai ragione quando ci vuole ci vuole….

  3. “Eh, era solo una cosa da bullo”…

    si, è la mentalità del “Eeeh dai che son ragazzi”…

    Io che con l’immagione del Made in Italy all’estero ci devo campare, ho finito le battute e ormai chiedo solo pietà a chi mi fa domande sui nostri dirigenti.

  4. E pensate che questo tizio era consigliere qui nella mia città. Per fortuna che sembra che abbia dato le dimissioni dopo questo epiosdio. In ogni caso avete ragione, siamo arrivati a dei livelli impensabili. ci credo che poi l’Europa (giustamente) ci prende in giro.

  5. Qui non è tanto il fatto che i cori da stadio molto spesso sono volgari, maschilisti, razzisti se non qualche volta apertamente fascisti, qui si tratta di una classe politica che prima d’ogni cosa è stata reclutata nella melma, dove cultura, morale, dignità, sono una parola che spesso non hanno nessun significato.

    Ma i leghisti non sono nuovi a queste cose, vedi Mario Borghezio, che ospite d’onore del meeting organizzato da Nissa Rebela, movimento di estrema destra francese, tiene lezioni ai neo fascisti francesi, e che dire di Bossi, che in questi giorni doveva essere processato per aver invocato l’uso delle armi a Pontida e… la lista è talmente lunga che credo sia del tutto inutile elencarla, se non vogliamo farci venire l’ulcera.

    Ma d’altra parte, tra politici inquisiti, condannati e collusi con la mafia, il nostro parlamento è pieno e allora… come dice il nostro premier, gli Italiani li hanno voluto, ma mi domando, gli Italiani, complice un’informazione pilotata ad arte, sanno veramente con chi hanno a che fare?

  6. sancla ha detto:

    non c’è giustificazione che tenga per questo episodio come per tanti altri(eppure, qualcosa mi dice che alla fine lo troveranno il modo di farlo passare come una bravata)

  7. E che posso dirti io che son di Napoli?! Che tristezzaaa!!! Ma tanto poi… può essere il Chicago Tribune come in New York Times o il The Guardian… tanto quando vengono criticati dicono che sono giornaletti minori e la maggior parte della gente sembra PURE crederci!!! Una vergogna così non credo di averla mai provata!

  8. Sai FraPuccino… leggendo il tuo post mi è venuta in mente una scena a cui ho assistito stamattina al centro… e non avendolo ancora fatto ci ho scritto un post! 😆

  9. @ Miss Francina: anch’io seguo la stampa estera, comprando quella bellissima rivista che è Internazionale, ma più per leggere tutte quelle notizie che alla nostra stampa interessa poco o niente.
    Le notizie sull’Italia spesso le salto, perché comunque è vero che gli inviati stranieri dipingono una situazione persino peggiore di quella reale

    @ Allegria:potresi far leva sul fatto che l’Italia ormai sta diventando un paese folcloristico, un po’ caricaturale, l’etnico vende sempre, dai 😉

    @ dawn: non era solo consigliere comunale, ma capogruppo della città più moderna e avanzata d’Italia, sconcertante…
    A proposito, non c’entra nulla ma… complimenti per il tuo nuovo avatar 🙂

  10. Grazie mille 🙂

    Guarda secondo me i milanesi che l’han votato sono degli imbecilli nati (ovviamente non rientro in questa categoria). Spero solo che con questo video si siano resi conto di che razza di capogruppo s’erano scelti

  11. @ sancla: ma certo che ci proveranno a farla passare come una bravata, d’altronde Salvini, già leader dei Comunisti padani, è un personaggio che legittima questo tipo di interpretazioni. Ma io mi chiedo che cosa pensino i meridionali e in particolare i napoletani che votano Berlusconi, alleato di un movimento che diciamo non ha uno sfegatato amore per il Mezzogiorno; e questa è una risposta anche
    @ godot: ma di questo cosa ne pensa il napoletano medio di centrodestra??

    @ arthur: io vivo in una zona dove in certi posti la Lega al 40%, e ti posso assicurare che l’elettore è ben consapevole di chi vota e perché lo vota; poi ovviamente giocano molti fattori: spesso a livello locale (qui almeno) i politici leghisti lavorano bene, non rubano, e sono a contatto con la gente la quale, del resto, molto spesso fa gli stessi ragionamenti che la Lega fa proprii, invece di svolgere un compito di filtro (figurarsi educativo), passando direttamente dal bancone del bar al Parlamento

  12. FraPuccino devo dire che non posso esserti utile essendo “di sinistra” non posso dire con certezza cosa pensa un napoletano di centro-destra… rischierei di prender fischi per fiaschi!

  13. lagiraffa ha detto:

    Leggo solo ora il tuo post! Naturalmente sono d’accordo con te e vogliamo dirlo finalmente che questo è un *****? Quindi, al Parlamento europeo ci abbiamo (hanno) mandato un ****** razzista a rappresentarci, c’è da sperare che almeno si lavi, visto che ci tiene tanto. Comunque, io vorrei tanto, tanto, tanto sapere chi ha fatto il video, per poi spedirlo a tutti i giornali..immagino un amico fedele 😀
    Sarò pure sulla notizia (wow!) ma oggi sono anche completamente rincitrullita, dev’essere colpa di questo cielo chiuso dall’umidità, ufff.

    • Scusa la piccola censura, Giraffa, ma quello che scriviamo sui blog e anche sui commenti rimane, per cui, forze per un eccesso di prudenca, ho preferito sostituire la parola che hai usato tu con una più rispettosa serie di asterischi, che comunque rende lo stesso il senso.

      Spero che non ti secchi 🙂

  14. Beh non mi piace mai particolarmente parlare di politica perché poi alla fine si finisce sempre per litigare…

    Ma anche io sono rimasta senza parole sconvolta da tutto ciò….

    Se non sbaglio Salvini era passato alla “fama” per la sua idea di carrozze separate in metro per stranieri e milanesi… ora questo… e non vorrei dire una cavolata ma mi pare aver sentito al tg3 Lombardia alla domanda a Salvini ” cosa le ha detto Bossi del suo comportamento?” lui rispondere:” eh… che ero stonato….” poi da li ho cambiato canale perché non volevo sentire altro mi bastava vederlo ridere mentre rispondeva alla domanda che già iniziavo a perdere la calma 😀

    Eh mi sa che questo Salvini di “cavolate” ne fa abbastanza e ora “ha pagato”….

  15. No Blogger ha detto:

    ..no, questo Salvini non “ha pagato”. “Pàgano” le sue cialtronate ed è stato eletto anche al Parlamento europeo, per cui si è dimesso da deputato “italiano”. Quindi “è stato pagato” molto bene. E’ un ******** e chi lo vota credo che sappia bene quale “prodotto” sta comprando. Questo “signore” ci sta rappresentando in Europa ed è bene che tutti lo conoscano per quello che è, senza “una rispettosa serie di asterischi” che lo ripulisca un po’. Questo è un ******.

    • Come sopra. Purtroppo avere un blog comporta anche delle piccole responsabilità, e dovere fare cose che sembrano antipatiche.
      Finchè la critica è rivolta al comportamento, non c’è problema, si è nei limiti del lecito anche se i toni salgono un po’…
      Se però si parla della persona, allora preferisco sostuire certe parole con una rispettosa serie di asterischi.
      Fermo restando che né tu né giraffa avete usato termini volgari o particolarmente offensivi.
      Ma i politici sono molto suscettibili, anche quando la cosa migliore che dovrebbero fare è nascondersi…

  16. Ciao Fra e ciao tutti,

    ci sono anch’io, ma come sai io non parlo mai di politica. Ti leggo, ma non commento, è nel mio DNA. E poi, vivo in una zona che come bei sai è molto leghista. Penso che gli operai di là in fabbrica esclusi quelli isolani lo siano tutti.

    Un abbraccio e ci leggiamo al prox post. Stella

  17. livyxb ha detto:

    Io avrei un’idea: far fare al povero europarlamentare Salvini un tour nei quartieri popolari di Napoli……
    Conosco la canzone, perchè un nostro amico la canta sempre (per fare il simpatico) al mio compagno, di origini napoletane. Ed in quel contesto mi fa pure ridere!!
    Però non vi sembra paradossale che tra le altre offese ai napoletani ci sia pure il termine “terremotati”? Io vivo in Abruzzo, a 40 km da L’Aquila, qui il terremoto si è sentito e si sente tuttora, ma non c’è stata la distruzione che si è abbattuta sul capoluogo di regione.
    In una città fantasma si sta svolgendo il G8, mentre migliaia di persone vivono in tende. E vedeste quanta dignità, quanto coraggio. Altro che “terremotati”…..

  18. @ pensieri: la persona è quella che è, ma la boutade delle carrozze riservate è molto meno grave di questa, anche perché, e qui rispondo anche
    @ livyxb la cosa peggiore è “terremotati”, soprattutto in un momento come questo, e come se fosse una colpa di chi i terremoti li subisce… ma d’altronde rientra nella mentalità da curva sud, di cui quel coro è uno squallido esempio

    @ bakunin: sul sito c’è scritto: è vietata la riproduzione anche parziale di matteosalvini.net… Speriamo bene! 🙂

    @ no blogger: è vero che le dimissioni di Salvini sono dimissioni di comodo, ma siamo in Italia, cosa vogliamo aspettarci?

    @ stella: puoi non parlare di politica, ma è la politica che parla di te 🙂

    Anch’io vivo in zona leghista, conosco molte persone che votano lega e anche qualche iscritto, sono tutti bravissime persone e spesso parlando di come va l’Italia ci troviamo d’accordo al 90%, su questioni come l’inefficienza dell’amministrazione pubblica, la corruzione, l’illegalità, etc..
    Sul campo, nel concreto, la Lega è un partito moderato, una specie di DC del nord, però è indubbio ma al suo interno siano presenti frange non so se folcloristiche o estremiste, che ci regalano perle come questa di Salvini o, in passato, Borghezio o Gentilini…

  19. Fra,
    io sono una persona informata, curiosa di mio, e quindi mi informo su quello che succede nel mondo, accanto a me, o lontano da me. Ma preferisco non parlarne perchè mi infiammerei. Tutti la pensano in modo diverso, ma alla fine tutti votano i partiti di comodo.

    Non mi piace la lega e non ho amici leghisti. E vivo in una zona ad alta densità di leghisti.

    Come direbbe qcn viva le volte che la pensiamo diversamente, se no sai che noia…

    No Blogger: se dovessi esprimere un parere mi avvicinerei di molto al tuo pensiero (ciao cmq è un po’ che non ci scambiamo opinioini)

    • frugiter ha detto:

      mi accodo alla risposta di stella
      è un sunto prezioso del mio pensiero
      volgio ancora tirare fuori un ricordo antico:
      io vivo a genova da moltissimi anni, ma sono di origini piemontesi d parte di madre e essendo nata nelle valli di cuneo, e toscane (di cui vado fierissima) da aprte di padre
      bene si vede che qualcosa nella mia fisionomia rimanda a origini meridionali o forse l’accento prettamente piemontese mi faceva sembrare un’immigrata?
      fattostà che gli sfottò su una mia presunta “terronità” si sprecavano e mi hanno abbastanza condizionato la vita
      adesso ho un pessimo accento genovese… tipo il gabibbo di italia 1 e assolutamente nessun complesso o pregiudizio verso glia bitanti del sud italia
      (parlo di quelli onesti) tanto è vero che ho tra le mie migliori amiche addirittura 5 napoletane e diverse siciliane
      però finchè esistono persone così ignoranti… esisteranno le discriminazioni

  20. Beh, dipende a chi e perché dici che uno è razzista.

    E poi se uno dice che un comportamento è imbecille, o da razzista, non ti possono dire niente 8)

    Lo so che magari sono un po’ esagerato, ma probabilmente è la deformazione professionale 😉

  21. Non sono abituato a fare di tutta un’erba un fascio, conosco anch’io persone che votano la lega e sono delle persone perbene, quindi non è questo il punto, non si tratta di essere di destra o di sinistra.

    Quando dicevo che forse gli italiani non sanno veramente cosa succede, mi riferivo al fatto che giornali e televisione fanno a gara a nascondere fatti importanti, vedi per esempio la polemica di alcuni giorni fa sul tg1, e quindi se non si ha l’accortezza di informarsi su canali alternativi, si resta all’oscuro di tante cose.

    Se si affronta l’argomento politica, spesso si risponde a slogan, la disinformazione è tale che alle volte rasenta l’inverosimile. Ma informarsi costa fatica e allora, meglio credere alle ricette preconfezionate, danno più sicurezza e mettono gli animi al riparo da coinvolgimenti emotivi.

    Oggi credo che veramente la democrazia sia in pericolo, prova ne è il bavaglio che si vuol mettere anche alla rete con il decreto intercettazioni, perché, in effetti, a qualcuno fa paura che si parli liberamente delle cose che non vanno, a qualcuno fa paura qualsiasi voce fuori da un coro servile e sottomesso.

  22. @ arthur: hai ragione salvo che sulla democrazia in pericolo, anche perché negli anni ’50 e ’60 la stampa era molto meno libera di oggi, e non c’erano nemmeno i blog… Eppure l’Italia era indubbiamente una democrazia, in cui anzi l’opposizione aumentava continuamente i voti e il governo li perdeva.

    Però sollevi un problema giusto con quella questione del decreto intercettazioni, contro cui qualcuno ha pure proposto uno sciopero dei blog per il 14 luglio.
    Io per esempio, che detesto gli allarmismi ma che credo anche fortemente nella difesa delle nostre libertà, non ho ancora deciso cosa fare.
    E tu?
    E voi?

  23. Se il 14 luglio ci sarà lo sciopero, come blogger parteciperò senz’altro, o pensi che dobbiamo temere di farlo? 😦

    Sulla democrazia… beh, vedremo e spero che questa volta sia tu ad avere ragione.

  24. Ciao… io FraPuccino credo che parteciperò… commenterò etc. ma non scriverò post… forse solo il titolo: “Oggi questo blog è in sciopero”… insomma non so come ma parteciperò, senza allarmismi o altro solo non dando il mio consenso a un possibile futuro limite alla mia libertà.

  25. Non penso che ci sia nessun motivo per avere paura di scioperare, quello che mi chiedo è se il motivo è valido, e se effettivamente la legge sulle intercettazioni può limitare la libertà di manifestare il pensiero sui blog.
    Quello che ho letto non mi ha convinto del tutto, per cui sono curioso di sentire anche le opinioni di altri, prima di decidere.

    In ogni caso, se sciopero deve essere, più facciamo una cosa uniforme più farà effetto.

  26. La notizia dello sciopero il 14 Luglio mi era sfuggita..grazie per l’informazione!! Ma non ho capito bene…hanno proposto questo sciopero per difendere la libertà d’informazione in seguito alla questione “pubblicare le intercettazioni si o no??”….potrebbe essere un’idea…però non so quanti aderiranno a questo sciopero!!!

  27. Lo sciopero c’entra con una norma che vorrebbe imporre ai blog l’obbligo di rettifica entro 48 ore nel caso di pubblicazione di contenuti diffamatori.
    Se si considera che anche i commenti possono esserlo, è sicuramente una norma troppo pesante per chi come noi tiene il blog per diletto…

    Bisogna solo capire se lo sciopero dei blog ha un senso, oppure no.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...