La giornata mondiale del primo bacio

Oggi 11 giugno è la giornata mondiale del primo bacio.

Non è riconosciuta dall’Onu né da alcuno Stato, ma ho inoltrato domanda per il riconoscimento presso la Repubblica delle Banane.

Per pura coincidenza l’11 giugno è anche la data del mio primo bacio, avevo una classica felpa e un’espressione svanita, tipico scorcio degli anni ottanta di una raggiante Trieste.

Carmen Consoli ha scritto una bellissima canzone sull’ultimo bacio, ma per il primo bacio mi devo rivolgere altrove.   Non certo in direzioni melense, ed allora preferisco svoltare verso uno dei pochi gruppi di valore di quegli anni, i The Cure di Robert Smith, che ha scritto una canzone d’amore dalle atmosfere cupe ma dal suono melodioso.

however far away
I will always love you
however long I stay
I will always love you
whatever words I say
I will always love you

La canzone è del 1989,  il primo anniversario del matrimonio di Robert Smith e anche di quel mio primo bacio.

Ricordo che prima di andare all’appuntamento, alle 4 del pomeriggio, chiesi ad un compagno di scuola più esperto di me cosa si dovesse fare in quelle situazioni.  Lui mi guardò e mi disse senza dubbio di portarla a quel tale giardino pubblico, di scegliere una panchina e di provarci.  Seguii diligentemente tutte le istruzioni, ancora ignaro che anche lei evidentemente non aspettava altro.

La cosa bizzarra del tutto è che dopo il primo bacio, durato ovviamene un tempo adeguatamente congruo, ed essendo stato fin da ragazzo un amante della formalità, le chiesi:

Ci mettiamo insieme?

Insomma, ci vuole chiarezza nella vita, no?

Annunci

26 thoughts on “La giornata mondiale del primo bacio

  1. Eh ci vuole chiarezza si… Adesso invece dopo una scopata non bisogna più dire niente…

    Compliemnti per la canzone, la migliore dei Cure e secondo me una delle canzoni d’amore più belle al mondo… Semplice come la vita…

  2. Wow che commento rapido, non avevo ancora finito di ritoccare il post.

    I Cure sono più legati alla mia ultima storia, ricordo un concerto sotto la pioggia vicino a Treviso, Robert Smith che continuava a cantare nonostante i tecnici gli avevano detto che era rischioso, noi imperterriti fermi lì per 2 ore, incuranti della pioggia che cadeva.

  3. Bellissima questa canzone e la sto ascoltando con immenso piacere, rompe la monotonia del pemeriggio (battuta!!! non che è bellissima ma che il pomeriggio è monotono). Splendida anche quella di Carmen Consoli…

    La chiarezza è fondamentale nella vita, e anche in un rapporto a due. In questo caso c’è anche l’essere diretti: la mia amica Ale mi rimprovera che a volte sono troppo diretta, ma non sono mica l’unica ehhh

    Ma tu non eri quello timido che non faceva il primo passo??? cmq è vero, ai tempi della scuola andava così: mi ha chiesto di mettermi con lui” e tu cosa gli hai risposto: che ci devo pensare” frasi così mi facevano morire, tenerissime

    Ma Vicozzarecords, ma chi lo dice che adesso non bisogna più dire niente??? a me questi mordi e fuggi e non sono mai piaciuti, io credo ancora al principe azzurro che arriva sul suo cavallo bianco con una splendida rosa rossa!!! Non credo nel sesso mordi e fuggi, non credo nell’avvntura di una notte, ma voglio continuare a credere al gioco di complicità, emozioni, sensazioni a pelle…le farfalle nello stomaco, il msg che arriva nel cuore della notte, un sorriso, un bacio sulla fronte, lui che ti prende la mano quando meno te l’aspetti e poi su una panchina ti abbraccia e ti da il bacio che tanto aspettavi…eh si…

    (P.s Stella… secondo me il sole sta facendo un pisolo)

  4. Ma il primo passo non è stato il bacio, quando baci di solito senti dalla chimica nell’aria che puoi azzardare.

    Il primo passo era l’invito, ma in quel caso diciamo che la ragazza mi aveva mandato messaggi molto espliciti.
    Poi, si sa, formalmente siamo noi ometti a dover fare la domanda “Hai da fare sabato pomeriggio?”.

    Ai tempi della scuola, adesso, le cose sono molto diverse. A me hanno raccontato questa: che le ragazzine della mia città d’origine stanno lì in discoteca, arriva il ragazzo e chiede: “Se sbrazzolemo?” (trad: pomiciamo un po’) e la risposta è uno sguardo valutativo testa-piedi e magari un “Va ben, dai, perché no”.

  5. Eh questi giovani moderni…io sono rimasta un po’ indietro…sai le stelle sono di un altro pianeta!!!

    Ma allora non è il primo passo quello che ti blocca. E’ capire se l’altro è interessato a te…ma il passo prima del primo passo come si chiama? beh quello….quello è un po’ il problema di tutti…le donne di solito vedono segnali anche dove non ci sono…e si fanno dei castelli…gli uomini non vedono neanche montagne…è questo che intendi dire??? beh questo è vero… io poi sono una che dalle righe non scritte fa delle vere enciclopedie….

    torno al lavoro…ma quella dei commerciali me la devi spiegare….

  6. gianni il bello ha detto:

    La “raggiante Trieste” mi fa venire in mente la “raggiante Catania” cantata da Carmen Consoli, non ne “L’ultimo bacio” ma in “In bianco e nero”…
    Quando guardo le ragazzine di oggi, in giro semi-ignude, sigaretta in bocca e linguaggio da scaricatore di porto (con tutto il rispetto per la categoria) sento davvero di appartenere ad un altro mondo… io che ero tra quelli “senti, stavo pensando, ti vuoi mettere insieme a me?” e poi, al limite, il bacio…
    poi sono cresciuto e ho capito che non sempre le rose e i biglietti d’amore pagano… e che spesso “in amore vince chi fugge” (a cosa mi sono ridotto… i luoghi comuni… deve essere il mio clone scemo che scrive o forse non era zucchero quello che ho messo nel caffé… ah,no, il caffé lo prendo amaro…boh?!).
    P.S.:Ricorda la data del tuo primo bacio???
    E’ una cosa da donne! 🙂

  7. Oh, Gianni, se più formalista di me, prima la domanda e poi il bacio?? Però, sinceramente, i ragazzini di oggi li invidio, beati loro che non devono fare tutte quelle cerimonie che toccavano a noi 😀

    Stella: tutti facciamo fantasie, basta essere innamorati e ogni parola, gesto, sguardo diventa un segnale, uomini o donne cambia poco. Si vede che tu ti innamori spesso!

  8. Federica ha detto:

    Io non invidio i ragazzini di oggi, meno cerimonie ma fin troppo, erano molto più dolci i nostri tempi e le nostre piccole tradizioni. Oggi, insieme ad esse, si sono persi anche valori e sentimenti, e non si da l’importanza giusta alle cose.

    @stellasolitaria: neanch’io condivido il sesso mordi e fuggi ed è bello rimanere degli inguaribili romantici, per quanto ci riguarda. Voglio dire, comunque sento che apparteniamo ad un’altra generazione, oggi le cose non stanno propriamente così per la maggior parte degli adolescenti che si avvicina all’altro sesso, basta guardarsi intorno per capirsi.

    A malincuore, ma devo concordare con quanto commentato da vicozzarecords, è il primo amaro commento che mi è venuto in mente leggendo l’articolo… Non è una realtà che mi appartiene ma non posso fare a meno di notare la facilità di costumi in cui sta degenerando la nostra società.
    E con essi stanno andando perse tutte le tenerezze legate al primo amore, ai primi baci, alla prima volta.

    @gianni il bello: prima la domanda? Facevi bene, così se era un due di picche almeno non avevi sprecato uno dei tuoi preziosi baci… 😉

  9. Fra, leggendo il tuo commento mi sono chiesta se mi innamoro spesso? Beh innamorarsi non vuol dire vivere il grande amore o non vuol dire necessariamente avere una storia. Magari ci si innamora di un’idea, di un personaggio, di un sogno. In questo caso si, sono un’inguaribile sognatrice, che vive nel suo mondo di Alice, pur essendo molto pratica e concreta. La vita ha voluto che mi scontrassi con una serie di fantasmi (la tua frase sui fantasmi non la cito x non stancarvi ma la porto sempre con me) e sulla mia pelle ho capito che combattere contro i mulini a vento non porta da nessuna parte e sopratutto un proverbio cinese a cui sono molto legata (l’ho gia citato spessissimo) dice: SE NON STAI DOVE STAI ANDANDO ARRIVERAI SICURAMENTE DA UN’ALTRA PARTE…e questo vale anche in amore….ho lasciato volare via i fanstasmi, come un aquilone che ora è libero nel cielo…questa sono io…una stella

    Federica, c’è ancora tanta gente come noi, non si sente spesso ma c’è, non solo nella ns. generazione, ma anche tra i giovani di oggi.
    Una persona mi può piacere anche tantisssimo, ma o ho una storia o non riesco a lasciarmi andare in cosa poi, sesso di una notte, sesso a giorni fissi? non fa x me. Mi voglio troppo bene x cedere a dei compromessi che mi renderebbero felice.

    Caro Gianni il bello, l’inseguire i fantasmi dimostra che vince chi fugge, ma vince che cosa? E’ questo che non riesco a capire. Sono davvero stanca delle solite frasi: ho paura di soffrire (e io no???); non riesco a farmene una ragione (beh se le cose sono così certo che te la devi fare una ragione); pensavo fosse un amore eterno (io ne pensavo di cose, e allora); questa è la migliore: saresti la donna della mia vita ma poi se non funziona allora preferisco avere solo una storia di sesso con una che non mi dice piu di tanto (questa è il massimo) o ancora: io non mi innamoro piu. Davanti a tutto questo ora io direi: e allora ciao. Ma lo spirito di crocerossina cosa mi ha detto: dai dai poi vedrai che bello, si le bastonate questo si….davanti a frasi così dileguarsi donne….

  10. gianni il bello ha detto:

    @ stellasolitaria
    Non credo di essermi spiegato.
    Intendevo che a volte la gentilezza e la dolcezza vengono scambiate per debolezza…
    che spesso le ragazze preferiscono il macho piuttosto che il cavaliere…
    almeno questa è stata (quando ero più giovane) la mia esperienza…a volte essere un po’ meno “disponibile” può accrescere l’interesse della persona che ti piace, stimolare la sua curiosità…in questo senso intendevo “fuggire”.
    P.S.: lo spirito da crocerossina non paga mai!

  11. Ps n. 2: gianni ha ragione, stella, lo spirito da crocerossina non paga mai.

    Cmq a quello sei la donna della mia vita, etc…, in questi casi bisogna insistere, lui cederebbe, credimi.

  12. Domanda assolutamente pertinente, Frappy.

    (Comunque alla repubblica delle banene DA ME non è arrivata nessuna rechiesta: ci vuole un sacco di documentazione x ste cose)

    Torniamo a noi: la tua domanda….

    ….mi ricorda il primo- bacio-dopo-ricongiungimento che diedi al mio ex a 17 anni, che infatti mi chiese subito dopo:

    “Quindi adesso siamo di nuovo insieme…?”

    Voi uomini. Aaah. Come mi piacete, mi piacerete sempre. 😉

  13. E’ un buon mantra, da ripetere le canoniche 108 volte.

    Quanto alla richiesta formale di riconoscimento, te l’ho mandata sul serio sulla posta del presidente; attendo risposta

  14. Hai cambiato tutto, arredamento, foto, avatar! Mi piace la foto del bimbetto 🙂 e mi piace anche quella forma di chiarezza che segue il primo bacio, non è da tutti e, in molti casi, non si capisce nemmeno se dopo il bacio si sta insieme..
    P.S. dove hai fatto la foto della testata (non so mai come chiamarla..) del blog? è molto bella.

  15. Siccome ho chiuso una fase e ne ho aperto un’altra, dovevo cambiare tutto, no?
    Quel bimbetto ero io, qualche anno fa, quando ancora le foto erano in bianco e nero. Ma ora non sono così paffutello, eh!

    La foto della testata è uno scorcio dell’isola di Mykonos, nelle Cicladi, ci sono passato l’estate scorsa in transito per Naxos, che forse è ancora più bella.

  16. @stellasolitaria, ovvio che lapenso come te… ma adesso come adesso appena trovi una che ci sta subito… se son ciucco ci sto e non ci provo più in quanto la ritengo persona poco affidabile… se son sano invece… cerco prima di conoscerla e capire com’è… e per esperienza personale, quelle che ci stanno subito per me non si meritano nulla di serio…

  17. Federica ha detto:

    @stellasolitaria: alcune di quelle che ci stanno subito non sono interessate a niente di più, perchè dovrebbero meritarsi qualcosa di serio se neanche lo vogliono o lo cercano?
    E credo che a molti uomini vada benissimo una sola avventura e nient’altro…

    Insomma, tutto dipende da ciò che una persona vuole realmente nella vita. Ciò che a noi può sembrare un’esperienza vuota e senza senso per qualcun altro può essere più che sufficiente

  18. Ma quanti commenti x me…mi emoziono (scusami Fra se ti rubo un po’ di spazietto…

    Caro Vicozzarecords, secondo me dividere così in due categorie è un po’ troppo brutale e te lo dice una piuttosto radicale nella vita e nelle sue scelte. Per me ci sono tante altre cose prima, non meno belle, non meno eccitanti. Anni fa dicevo: la prima volta mai (beh neanche la seconda si intende). Pero’ ci sono dei casi in cui c’è un mix di elementi che si travolge e ci si travolgere. Io xo’ mi sono blocata prima anche in quel caso, perchè non lo trovavo giusto e dopo qualche giorno mi sono detta: sei una grande. Conosco persone con il mio back ground che questa fulminazione l’hanno avuta e non si sono bloccate.

    Da amici e conoscenti uomini (anch da chi ho frequentato) ci sono tantissime donne che la considerano una cosa normale (forse come me andare dall’estetista per indicare una cosa dal non particolare contenuto intrinseco) sia incontrare uno una sera e via, che alternare uomini che tradire abitualmente il proprio compagno. (altro fuori tema)(e pensare che ero sdella ai tempi della scuola)

    Io sono felice di essere come sono e sono d’accordo con chi dice che la vera trasgressione è rispettare le regole (anche le regole di buon comportamento)

    E così ho risposto anche a Federica, mi sa che io te o apparteniamo alla stessa generazione o cmq siamo venute su con gli stessi principi. Cmq dimmi cosa ti puo’ dare una scopata di una sera? (oltre all’appagamento momentaneo)…ecco x’ sono felice di vivere nel mondo di ALice….

    Fra, x’ tu hai avuto storie lunghe se inizi a fare il figo in giro x locali con gente che vuole solo divertirsi allora a lungo andare vedrai quante ne becchi. IO non giudico chi lo fa. Non lo condivido x’ non dà nulla. I bisogni e le voglie ce li hanno tutti, ma ci sono sempre modi e modi

    Ma da dove eravamo partiti? AH dal bacio, beh stavolta sul fuori tema mi ci avete portato voi, si xo’ poi l’insufficienza la becco io….

  19. @ stella: probabilmente hai ragione, ma tra i miei amici non sono molti che appartengano alla categoria “che vuole solo divertirsi” 😀

    Cmq siccome Federica la conosco personalmente, e anche te sebbene virtualmente penso di conoscerti, effettivamente condividete gli stessi principi.

  20. No, no, non è possibile. Un commento lunghissimo e non ero registrata, no non è possibile…

    Beh faccio un piccolo riassunto x’ gli occhi mi si chiudono (altro che andare a ballare)

    Beh scusa Fra, ma meglio così…cmq io non credo negli eccessi, pur essendo abbastanza radicale. Non credo a chi dopo una storia importante e lunga (anche se basterebbe importante) si butta in una serie di storie di sesso a go go, o chi si ributta in un’altra storia importante subito (si e dopo poco si rende conto che non è tema, vallo dire alla mia amica Elisa) o chi conosce qcn con cui sembra esserci una magica intesa (così l’altro si illude) e poi è intrappolato in talmente tante cose che se la fa sottto!!! Secondo me, prima bisogna ritrovare se stessi, e poi si che poi si puo’ incontrare qcn altro…

    Bella la tua frase: anche se solo virtualmente penso di conoscerti. Questo x’ se dici così vuol dire che Stella è riuscita a far capire come lei è, attraverso i suoi post e i suoi commenti e anche i suoi fuori tema (avevo anche letto un libro di Goldoni – fuori tema) E’ bello sapere che ‘è ancora gente con dei principi solidi anche se x molta gente antichi (ma anche l’antico ha il suo fascino) e “Federica piacere di conoscerti”.

  21. pp ha detto:

    Il mio primo bacio non è stato con una ragazza con cui è durata poche settimane (vacanze all’estero, lei francese, tra l’altro), quindi ho un ricordo piuttosto sciapo! 😛
    Per il resto, sono vecchia scuola (oltre che dannatamente emotivo, il che mi porta a fremere come se avessi il parkinson ad un appuntamento a due), magari riuscissi ad essere così sfacciato! ^^ (E magari mi piacesse quel tipo di ragazze! ^^)

  22. Vecchia scuola o sempreverde timidezza?

    Ma non temere, con gli anni quella passa, vedrai 😉

    E comunque, mi si perdoni la battuta, si può proprio affermare che il tuo primo bacio è stato un bacio… alla francese!

  23. pp ha detto:

    (Noto ora il “non” di troppo! ^_^’) Si, forse si tratta di sempreverde timidezza, ma c’è anche della vecchia scuola in me! 😀 (Ah, faccio finta di non aver sentito la battuta! :P)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...