Centonovanta giornate all’anno

oceano

Finito il mio lungo diario di elaborazione del lutto, era proprio difficile trovare nuove idee per proseguire il mio blog.  Avrei potuto scrivere quello che mi passava per la mente, ma volevo qualcosa di più, un qualche filo conduttore, un fil rouge, un leit motiv.

Allora mi sono ricordato che un pubblicitario francese, Vincent Tondeaux, ha stilato un elenco di tutte le giornate mondiali dichiarate per gli scopi più disparati, dai più seri ai più futili, trovandone ben 190!   Ed ecco che mi è venuta un’idea: festeggiare per un anno tutte le giornate mondiali, con un post per ciascuna.

E se mi riesce, da cultore della cultura pop, per ogni giornata farò del mio meglio per proporvi un film, un libro o una canzone in tema.

Cominciamo bene, oggi 8 giugno, con la

giornata mondiale dell’Oceano.

Per il film non devo stare neanche a pensarci, la mia scelta va sicuramente a Le avventure acquatiche di Steve Zissou (Wes Anderson, 2004).


Le opinioni su questo film  sono discordanti: per alcuni è brutto, per altri bruttissimo, per altri orrendo.

Personalmente invece lo giudico un piatto prelibato per cinefili dai gusti ricercati; Le avventure acquatiche di Steve Zissou ha una chiave surreale tutta particolare, un po’ difficile da apprezzare senza l’utilizzo di sostanze psicotrope.   Ma di sicuro è apprezzabile la squadra di interpreti, Cate Blanchett, Willem Dafoe, Anjelica Houston, Clive Owen, Jeff Goldblum e, sopra di tutti, un carismatico Bill Murray.

Ecco, se vi piace Bill Murray  questo film è imperdibile, se non vi piace Bill Murray, non avvicinatevi nemmeno alla copertina del DVD.

Annunci

10 pensieri su “Centonovanta giornate all’anno

  1. Non conosco questo film, ma amo molto Cate Blanchett e William Dafoe.

    L’artificio letterario delle giornate mondiali mi sembra ottimo, originale e divertente! 😉
    ma se ci saranno dei fuori programma ogni tanto ,io non mi lamento.

    Adesso mi siedo qui coi pop-corn…. 😉

    Facci sognare Frappy!! 😀

  2. Beh, ci metterà del mio meglio (o del mio peggio, dipende dai punti di vista)

    Per i fuori programma, non temere, quella delle giornate mondiali sarà solo una scusa per parlare di quello che mi frulla sotto il cappuccio

    • Mi sono già segnata un sacco di film che mi devo guardare: ma in casa mia mancano tre cose: il mobile della sala che l’artigiano si sta dilungando a sistemare, la tele gigante da appendere al muro e lìhome teather (e la quarta sono io visto che non me la sto ancora vivendo x niente tra tutti gli we via e le cene dai miei) ma appena questi 4 elementi chiuderanno il Puzzle mi sono ripromessa di guardarli tutti…

      E cmq carina queste delle giornate mondiali…ma sono contenta di leggere che scriverai anche quello che ti frulla nella testa…

      Un abbraccio stellare….

  3. Grazie grazie dei complimenti

    Ps: @ eppifemili: visto che oggi ero di nuovo in zona, sono ripassato da Bar San Calisto per una pausa gelato; diciamo che comincio ad apprezzare la ruvidezza del posto 😉

      • A volte i cambiamenti li dobbiamo vivere per forza, a volte siamo noi che ne abbiamo un viscerale bisogno e a volta queste due tipologie si danno la mano.

        Nel mio caso il cambiamento che ho dovuto vivere è andare a vivere da sola, quello che il mio cuore e il mio animo mi ha richiesto è liberarmi di tutti i fantasmi e parassiti che ruotavano intorno a me, uomi o donne che fossero.
        Nel mio caso si sono dati la mano. E poi volevo tagliarmi i capelli cortissimi ma separarmi dai miei lunghissimi ricci, non ce l’ho fatta proprio….

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...