Elaborazione del lutto per un amore finito (ep. 50)

Homer Simpson

Cinquantesimo episodio.  E’ passato già tanto tempo dal momento in cui la parola fine è apparsa nel nostro rapporto?

Sembra di sì.  Il tempo vola, non solo quando passi un momento magico, ma anche quando comunque, attraversi tutta una fase di cambiamenti.

Per l’ottava settimana del mio esperimento di elaborazione del lutto ho pensato ai sette vizi capitali: ira, avarizia, superbia, gola, accidia, lussuria, invidia.

Ogni giorno un vizio, partendo dall’

accidia

perché ho avuto un weekend poco riposante, ed allora (come accade in questi casi), il lunedì la voglia di lavorare è veramente poca.

L’accidia sembra uno dei vizi capitali più misteriosi; a sentire la prola viene da pensare ad una persona con un carattere difficile, un po’ accido.

Invece indica la pigrizia, l’ozio, la poca voglia di fare, l’alzarsi tardi la mattina come me che non mi sono alzato dal letto prima delle 8.05 arrivando al lavoro con una buona ventina di minuti di ritardo.

In realtà, da quando ho iniziato l’università non sono più stato una persona molto pigra e svogliata; adesso spero di non avere qualche ricaduta adolescenziale, anche se in questi momenti complicati, in cui tutto è in discussione, in cui la vita sentimenale è a un bivio (o magari ad un trivio?) di tutto si ha voglia, tranne che di lavorare.  Magari di vedere gente, uscire, andare ad un concerto, farsi la pizza in casa, fare un bel viaggio. Di sicuro, non stare alla scrivania dell’ufficio.

Vabbé, come dicono i grandi pigri: ci penserò domani. E oggi stacco un’ora e mezza prima.

Vai all’episodio successivoVai all’episodio precedente

Annunci

11 thoughts on “Elaborazione del lutto per un amore finito (ep. 50)

  1. Beato te! Io sto contando i minuti.

    Per quanto riguarda i sette vizi capitali, credo di esserne titolare di cinque a titolo più o meno pieno.

    Dei due rimanenti, da uno sono felice di essere immune, mentre l’altro… ah, del’altro un pizzico, ma che dico, una quantità industriale ne vorrei avere!

    E quanto aiuterebbe poi nella vita!!! 🙂

  2. gianni il bello ha detto:

    Rieccomi, dopo un lungo black out…
    Un mediterraneo che ha la fortuna di fare il libero professionista e che si alza prima delle otto? Ma davvero non c’è più religione 😀
    Quando lavoravo dalle tue parti mi alzavo alle nove 😉
    Non posso aiutarti per quel che riguarda i concerti, ma se hai pazienza la pizza posso prepararla io…
    P.S.: “ci penserò domani” è una bella canzone dei Pooh che, se ho capito i tuoi gusti musicali, non avrai sicuramente nell’I-pod.
    P.S.2: Trivio?!

  3. @ Diemme: è qual è il vizio che vorresti avere? Ma stai attenta, perché basta uno e vai diritta all’inferno… anche se da romana hai sempre a disposizione quei posti dove “se passi da questa porta abbuonati 15,5 anni di purgatorio”

    @ Gianni: che tu mi scriva un commento sull’accidia, ehm… come dire… qualche nostro vecchio collega campione del vizio dell’invidia lo commenterebbe bisbigliando rumorosamente;
    trivio: cosa vuoi, non si sa mai…

  4. gianni il bello ha detto:

    Ma sta storia dei vizi capitali è limitata al cattolicesimo o si estende all’intera “cristianità”?
    P.S.: un frate senza barba non si vede spesso 😉

  5. Ma noi essere celesti (Diemme non ci vuole la i vero, è la mia consulente ortografica, sai io ho fatto le scuole basse) siamo troppo bravi, non abbiamo nemmeno un vizietto…beh, uno si, ma solo uno…ehhhh

    La pigrizia, la poca voglia di fare, beh questa non è di casa…sabato un mio amico mi ha detto che i miei minuti sono fatti di 60 secondi schizzati mentre il minuto di un altro nostro amico è fatto di 240 secondi..beh direi che x un essere così la pigrizia non si addice…

    E pensa che sto friggendo x’ vorrei andare ad allenarmi ma mi sono fatta male durante una marcia e tra nervi, muscoli sono ancora un po’ dolorante e poi peggioro il tutto…

    Bella questa cosa dei vizi….

    …xo’ essere pigro x un giorno non è un vizio, è un dovere ehhhh

  6. saggia decisione di un uomo saggio….
    e comunque, se ti può far sentire meno in colpa, anche a me oggi non va di fare assolutamente nulla
    …e non sto elaborando manco niente io…

    ….grave.

  7. A me la crisi accidiosa è venuta per aver interiorizzato la coscienza dell’inutilità dell’iperattività.

    E poi ho un certo carico (problemi di famiglia… 😉 )

    E quindi l’accidia ce l’ho…

  8. pp ha detto:

    Io questo week end mi son dato ai bagordi ed oggi non ce l’ho fatta proprio… Bigiato due ore di lezione a favore di due ore di sonno!!!

  9. @ Diemme: Essere donna e madre non va d’accordo con l’accidia, I suppose
    @ eppifemili e pp: grazie per la solidarietà, ma attento pp che ti va bene che oggi il vizio non è l’Invidia
    @ stella solitaria: tu mi sembri tutto, meno che pigra, già le parole “palestra, marcia”, a me ricordano tempi lontani, ormai immersi nelle nebbie del tempo;
    @ Gianni: i sette vizi sono assolutamente cattolici, ma se ti interessa la chiesa ne ha aggiunti altri 7 più moderni: la genetica, l’inquinamento, la ricchezza eccessiva, causare povertà, l’ingiustizia sociale, la droga, gli esperimenti sugli esseri umani; vibrata protesta degli Stati Uniti

  10. Ciao Fra Puccino,
    ma la nebbia passa e torna a splendere il sole…fra due settimane c’è una bellissima 33 che è un mix tra marcia ed escursione e poi via alle escursioni se in quota si scioglie la neve…palestra? domani torno ho deciso…(speriamo i muscoli e i tendini non si ribellino)

    cosa sembro io???? AIUTO………………………..TUTTO COSA????

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...