Supermanìe (ep. 37)

Se la storia tra Peter Parker e Mart Jane Watson è il classico esempio dell’amore litigarello, la storia tra Clark Kent e Lois Lane è la classica storia di due che flirtano per ere geologiche prima di arrivare al dunque.

Oggi, per l’appunto, è la giornata di Clark Kent, la più famosa delle identità segrete perché l’alter ego di Superman, il supereroe per eccellenza, che molti ricorderanno con il nome italiano di Nembo Kid ma che in epoca fascista era stato più italianamente ribattezzato Ciclone.

Clark Kent vive nella città di Metropolis, fa il giornalista, è timido ed impacciato, ha perfino gli occhiali ma anche sotto il vestito blu si intravedono oggettivamente delle forme da palestra.   Ho scelto Superman perché devo andare a Milano (non è forse la più metropolis delle città italiane?) a compiere un’impresa molto complicata.   I superpoteri del supereroe n. 1 mi saranno senz’altro utili.

Clark Kent mi risulta essere l’unica identità segreta ad avere un telefilm tutto per sé, il patetico Lois & Clark degli anni ’80, da ricordare più che altro per l’attrice che interpretava Lois Lane: Teri Hatcher, che ha raggiunto la fama imperitura interpretando Susan in Desperate Housewives.  Passando così da Clark Kent a Mike Delfino.  E qualcosa mi dice che molte donne farebbero altrettanto.

Il video che vi propongo è fenomenale, davvero troppo anni ottanta.  E Dean Cain è così irrealistico nell’interpretare Superman che nella scena con il costume sembra che l’abbia indossato per fare un gioco erotico.   Visto il risultato, non so con quale effetto.  Anzi, a vedere la faccia di Lois Lane – Teri Hatcher, lo capisco molto bene.

Vai all’episodio successivoVai all’episodio precedente

Annunci

9 pensieri su “Supermanìe (ep. 37)

  1. Eh no, tu devi mettere il widget degli ultimi commenti, sennò io mi perdo! E ora come faccio a risalire all’ultimo post del tuo percorso che ho letto e commentato?

    E vabbè, ci proverò!

  2. Giuro, Bonnie Tyler non sapevo neanche chi fosse.

    Cmq ho rimediato, grazie a Santa Wikipedia.

    Ma concentratevi sull’atmosfera anni ’80, a me ricorda quegli schifo di festini dove dovevi andare dalle ragazze a fare la fatidica domanda “Ti va di ballare”

    Vorrei fare l’icona dello smile che vomita, ma non so come fare

  3. adoravo il personaggio di Superman
    e la nuova versione non mi piace, troppo moderna
    penso che in alcuni casi i “grandi eroi” debbano morire con chi li portati in vita
    un personaggio nato e vissuto per il tempo che gli è stato concesso, oltre penso sia cosa inutile
    🙂 buona giornata

  4. Anch’io non sopporto le nuove versioni dei supereroi, moda che d’altronde ha contagiato persino Paperinik; mio fratello piccolo aveva gli albi di PK, una specie di Paperinik dark tipo appunto i nuovi Spiderman e Superman…

    Mah, forse stiamo invecchiando e come tutti i vecchi rimpiangiando i bei tempi andati 😕

    Buona giornata e buon irish coffee (anch’io li adoro!)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...