La città dei divertimenti (ep. 15)

park1

E’ iniziata oggi la terza settimana del mio esperimento di elaborazione del lutto per il dolore di fine amore.  Questa settimana prevede un giorno, una città, e diciamo che i miei impegni lavorativi aiutano.

Oggi però era lunedì di Pasqua, ed allora la città di oggi è stata

La città dei divertimenti.

Non è neanche una vera città, è uno di quei posti che apre alle 9.00 e chiude alle 22.00, dove paghi per entrare (a meno di non essere alto meno di un metro),  e dove puoi incontrare tanti ma tanti esemplari dell’umanità nostrana.

Famiglie con ogni componente dotato della panza d’ordinanza, gruppi di scugnizzi napoletani che sembrano volere a tutti  i costi incarnare i più triti stereotipi (sintetizzati nell’occhiale da mercato con il finto logo D&G), bergamaschi calati dai monti con le vocali chiuse, genitori che si fanno mezzora di fila con bambini di 4 anni quando tutti i cartelli avvertivano che sotto il metro e 10 in quell’attrazione non ci poi entrare, l’adolescente presa dal panico tipo Final Destination (il II o il III) che scappa prima di salire sul vagone delle montagne russe.

A parte questo,  in teoria la città dei divertimenti potrebbe essere buona per elaborare la sofferenza, ma restare incolonnati per due ore prima di raggiungere l’autostrada non è bello.  Non lo è affatto.  Lo so che uno ci dovrebbe pensare prima di andare in un parco di divertimenti il lunedì di Pasqua, ma insomma, due ore sono veramente tante!

Advertisements

2 thoughts on “La città dei divertimenti (ep. 15)

  1. Beh, visto che sei de Roma, temo che tu sia vaccinata al traffico. Io l’ultima volta che sono state dalle tue parti ci ho messo un’ora e venti da una parte all’altra della città e credevo di impazzire, mentre gli occupanti delle altre autovetture mi sembravano rassegnati.

    Ma forse sarà che non reggo le file, alla posta, in mensa (quand’ero all’università), negli uffici pubblici, alla biglietteria del treno, dopo i 15 minuti impazzisco dentro

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...