iLaborazione del lutto per un amore finito (ep. 6)

steve-jobs

Qual’è il personaggio perfetto cui ispirarsi per una giornata che presumibilmente sarà la più solitaria di queste due settimane, e che per molto tempo passerò davanti al computer?   La risposta non può che essere Steve Jobs.

Che il fondatore e ispiratore dell’Apple sia un’icona della cultura pop contemporanea non c’è ombra di dubbio, e in questo caso la mia opera di immedesimazione è stata enormemente facilitata dal fatto che sul web sono presenti diversi siti che spiegano come vestirsi come Steve Jobs.   D’altronde, to dress like Steve Jobs non è difficile, dato che Steve veste praticamente sempre uguale, come Paperino o Dylan Dog: jeans modello anni ‘7o di colore chiaro, scarpe da ginnastica modello nerd, maglietta nera a maniche lunghe, occhiali sottili, barba rigorosamente di due giorni, un qualche apparecchio Apple da qualche parte.

A parte gli occhiali e le scarpe (ma userò delle adidas), per il resto non ho problemi; e non mi staccherò dall’Ipod per tutto il giorno…  D’altronde, il mio umore attuale è perfetto per caratteri poco amanti della socialità come Dr. House o Steve Jobs.   E’ vero che mai come in questi giorni di fine amore ho intessuto rapporti umani ottenendo un feed back che non mi aspettavo.  Ma si tratta di quella socialità  da single, che ti lascia comunque una sensazione di solitudine, un groppo alla gola.

Si può uscire ogni sera, anche quattro sere di seguito con quattro persone diverse, ma non serve a nulla se ci si sente soli dentro; come, d’altro canto, la solitudine reale può lasciarci del tutto indifferenti se sappiamo che da qualche parte, anche dall’altra parte del mondo, c’è qualcuno che ci ama.

Così è; e l’esperienza mi ha insegnato ad aspettare, perchè l’errore più grave che si può fare dopo una fine amore è cercare di trovare (o anche peggio: ritrovare) qualcuno purchessìa.

Frattanto, però. la vita non va sprecata.   E un giorno da Steve Jobs può essere utilizzato per fare qualcosa di geniale.  Ci proverò.

Annunci

4 thoughts on “iLaborazione del lutto per un amore finito (ep. 6)

  1. pp ha detto:

    Son diventato lunatico e capita (non sempre, nemmeno spesso, ma capita) che mi senta solo dentro: odioso stato d’animo, mi fa essere distaccato ed apatico con chi mi circonda! -.-

  2. Beh, questo post mi ha colpito come un pugno improvviso.

    Mi predisponevo a lasciare un commento spiritoso, del tipo “Ma come fa ad avere sempre la barba di due giorni? Ci sarà un giorno in cui ce l’ha di tre o appena fatta?”, quando sono arrivata alle tue parole:

    si tratta di quella socialità da single, che ti lascia comunque una sensazione di solitudine, un groppo alla gola.

    Colpita e affondata.

  3. Già, ma chissà perchè quando hai un rapporto di coppia ricordi con un po’ di nostalgia quei cacchio di momenti…

    Comunque per la barba di due giorni ci sono le macchinette apposite, ce l’ho pure io 😉

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...