Me & Grace (ep. 3)

will_grace1

L’icona della cultura pop contemporanea che ho scelto per la giornata di oggi è Will di Will & Grace; gli avvocati televisivi sono tanti, e normalmente devono affrontare casi complicatissimi che però alla fine riescono a risolvere sempre, magari con un dibattimento al cardiopalma, e ogni tanto (in media una puntata sua due) hanno un problema di coscienza.  Gli avvocati televisivi, come i medici, hanno anche le loro avvenute sentimentali, Ally McBeal ne è l’esempio perfetto.

La professione di Will di Will & Grace è invece secondaria rispetto alla sua vita sentimentale; per chi non lo sapesse (vergogna!) Will è un giovane ed elegante avvocato (di successo, ovviamente) gay newyorchese che convive simbioticamente con la trentenne perfetta Grace, architetto d’interni.  A parte l’interesse per gli uomini (sono inguaribilmente etero) per il resto ho tantissime cose in comune con Will, ed adottare il suo classico look è stato fin troppo facile.

Rapporti alla Will & Grace poi ne ho avuti più diversi, uno anche convivendo secondo il modello della c.d. cold cohabitation: si vive insieme, si fanno praticamente tutte le cose che fa una coppia salvo fare sesso.  E posso assicurare che si tratta di rapporti di grande soddisfazione,   Ovviamente, nulla esclude che si possa avere una cold cohabitation ed avere un rapporto sentimentale con una persona esterna, ma Will & Grace insegnano che gestire i vari rapporti è tutt’altro che agevole, perché anche in una cold cohabitation si creano alcune dinamiche di coppia, come la gelosia o la possessività.   Del resto, a parte nei telefilm, la formula della cold cohabitation è inevitabilmente effimera.

Ecco perché una buona soluzione potrebbe essere quella di combinare una cold cohabitation con quello che gli americani (matti per le definizioni) chiamano ex sex, ovvero un incontro a puro scopo ricreativo con una persona che è già stata  intima.

Comunque il look di oggi è abito grigio elegante ma giovanile, camicia grigia scurissima senza cravatta, capelli ben curati, voce profonda (sennò mi scambiano per l’amico ultra-queer di Will)…

Annunci

2 thoughts on “Me & Grace (ep. 3)

  1. Superata la boa dei 35, ho smesso di considerarmi giovane. Poi, mi capita spesso che nelle riunioni di lavoro sono il più giovane del gruppo, ma questo è un problema solo italiano.

    Come il fatto che siamo sempre solo tutti uomini.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...