Return of the Ewok

ewokVoglio fare il ricordante: c’è qualcuno che si ricorda degli Ewok? Si tratta dei coprotagonisti del terzo episodio della prima trilogia di Guerre Stellari, Il ritorno dello Jedi.

Si tratta di un perfido tentativo degli sceneggiatori di Guerre Stellari di accallappiarsi l’audience dei bambini di 8 anni, da sempre tenuti in gran conto da Hollywood, perchè garantiscono non 1 ma 2 o 3 biglietti (bambino + 1 o più genitori).

Non sono altro che degli orsetti di peluche armati come indigeni dell’Amazzonia, che vivono sulla boscosa luna di Endor (ah ah ah), e che parlano con la voce di cicciobello. Insomma, parenti stretti degli Orsetti del Cuore, ma iscritti all’Arci caccia.

Successivamente, la Lucas Film ha perpetrato il suo perfido progetto, con due tv-movie: L’avventura degli Ewok (Caravan of Courage: An Ewok Adventure, 1984) e Il ritorno degli Ewok (Ewoks: The Battle for Endor, 1985) la cui trama (fonte: wikipedia) si commenta da sola:

Il Re Terak e la strega Charal, in possesso di un anello dagli enormi poteri (mmh, mi ricorda qualcosa) attaccanno il villaggio degli Ewok. Nella battaglia la piccola Cindel perde i suoi genitori, e rimane da sola… La piccola, aiutata da un amico Ewok, scappa nella foresta dove incontra un bizzarro animale, di nome Teek, che li conduce nella casa del vecchio Noa, un uomo che si era schiantato sulla boscosa luna di Endor con la propria astronave e viveva lì da molti anni. Inizialmente, il vecchio non vuole aiutare la bimba, ma successivamente cambia idea (il classico topos dell’eroe riluttante) e tutti insieme partono alla ricerca dell’anello magico, che potrebbe far ripartire l’astronave del vecchio.

Tanta fantasia nella trama si commenta da sola, ma non vi voglio rovinare la sorpresa sul finale. Si salveranno i nostri eroi e la piccola Cindel? Se volete scoprirlo, compratevi il Dvd.

Annunci