Marijuana di 3.000 anni fa

In Cina occidentale, nel bacino del Tarim, situato nell’odierno Xinjang, sono state ritrovate mummie, risalenti a 3.000 anni fa, di uomini e donne dai caratteri somatici europei. Le analisi del DNA hanno dimostrato che il popolo che abitava quei luoghi era un misto di europei e asiatici, quasi un melting pot della preistoria, sorto in un luogo che probabilmente era un crocevia di immigrazioni o rotte commerciali.

Tra le mummie spicca quella di uno sciamano, forse di origine indiana. Evidentemente, già all’epoca dovevano essere di moda i santoni indiani.

Ma non solo. Insieme allo sciamano, è stata ritrovata della marijuana, che evidentemente lo sciamano utilizzava a scopo personale.

Probabilmente la droga gli era utile per le sue visioni, ma gli faceva bene?  Mah… la sua mummia risale all’ultimo periodo del popolo del Tarim, dopo il quale le tracce archeologiche scompaiono completamente. Forse, il nostro buon sciamano ha “cannato” qualche previsione…

Annunci

Un pensiero su “Marijuana di 3.000 anni fa

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...